Il sistema SOFIA è la piattaforma online con cui il Ministro dell'Istruzione mette a disposizione tutte le iniziative formative proposte nel catalogo online dalle Scuole e dai Soggetti accreditati/qualificati MIUR ai sensi della direttiva 170/2016. In pratica Enti e Associazioni accreditati dal Ministero propongono ognuno diversi corsi e gli insegnanti (in nome della formazione obbligatoria) decidono a quali partecipare. Si potrebbe dire, semplificando, che sul sistema Sofia il Ministero propone tutto ciò che ritiene utile alla formazione di un insegnante.

Il corso "sull'esorcismo e la preghiera di liberazione"

La notizia circolava già stamattina ma grazie a un insegnante accreditato (solo loro possono entrare nel sistema) abbiamo avuto la conferma che l'iniziativa formativa ID. 26222 è un Corso sull'esorcismo e la preghiera di liberazione. Dice il sito del ministero che "il corso propone un'attenta ricerca accademica ed interdisciplinare sull'esorcismo e la preghiera di liberazione. Il corso presenta i temi concernenti gli aspetti antropologici, fenomenologici, sociali, pastorali e spirituali gli aspetti liturgici e canonici, e gli aspetti legali medici e psicologici dell'esorcismo e della preghiera dii liberazione". Il costo è di 400 euro a docente e ha 40 ore obbligatorie:

Obiettivi

Resterebbe da capire (al di là della fede di ognuno e la costituzionale laicità dello Stato) quali potrebbero essere gli obiettivi utili per degli insegnati. Ecco cosa dice il sito: "Il corso di propone di descrivere, analizzare e comprendere gli aspetti peculiari del ministero dell'esorcismo e della preghiera di liberazione approfondendo sia le tematiche direttamente connesse alla pratica dell'esorcismo e a una sua corretta prassi. sia tematiche collaterali (antropologiche, mediche, psicologiche, farmacologiche, criminologiche, legali, etc.). Compito del corso è anche quello di descrivere e verificare l'incidenza sociale di quei fattori che spingono le persone a rivolgersi agli esorcisti. Inoltre quello di fornire le necessarie competenze a sacerdoti, medici, psicologi, legali, docenti di ogni ordine e grado e in particolare docenti di religione, per affrontare tematiche di attualità sociale, dotati delle opportune conoscenze e degli adeguati strumenti di analisi e intervento". Il promotore del corso è l'Ateneo Pontificio Regina Apostulorum. I destinatari sono i docenti di scuola secondaria di primo e secondo grado.

Tra gli obiettivi, addirittura leggiamo: "Bisogni sociali e individuali dello studente, conoscenza e rispetto della realtà naturale e ambientale, dialogo interculturale e interreligioso, didattica per competenza e competenze trasversali, tutela della salute (!) nei luoghi di lavoro.

È tutto normale?