265 CONDIVISIONI
Le notizie sugli stupri al parco verde di Caivano

Ragazzine violentate a Caivano, fra le reazioni c’è chi invoca la castrazione chimica

Degrado urbano da radere al suolo, castrazione chimica per i responsabili, modifiche all’ordinamento carcerario: le reazioni alla violenza al Parco Verde di Caivano.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Napoli Fanpage.it
A cura di Redazione Napoli
265 CONDIVISIONI
Il Parco Verde di Caivano
Il Parco Verde di Caivano
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Le notizie sugli stupri al parco verde di Caivano

La notizia dello stupro delle cuginette, abusate sessualmente al Parco Verde di Caivano, provincia di Napoli, scuote com'è comprensibile l'opinione pubblica e il mondo della politica. Le reazioni coprono l'intero arco parlamentare, dal centrodestra al centrosinistra e la gamma delle dichiarazioni, tutte incentrate sull'esigenza di assicurare alla giustizia gli autori di questo orrore, arrivano anche all'ipotesi di castrazione chimica, com'è accaduto per lo stupro di gruppo di Palermo, qualche giorno fa.

È Matteo Salvini, ministro alle Infrastrutture e vicepremier del governo guidato da Giorgia Meloni, il più radicale, in tal senso:

Che orrore… Notizie che non dovremmo mai leggere. Sincera vicinanza alle due giovani ragazze. Presto in discussione (e spero approvata) la proposta di legge della Lega per la sperimentazione anche in Italia della castrazione chimica per stupratori e pedofili. Nessuna clemenza per chi mette le mani addosso a donne e bambini.

Della proposta di legge della Lega, presentata all'inizio della scorsa legislatura a firma di Nicola Molteni, Fanpage.it ha recentemente spiegato i contenuti. Prevede per «i condannati alla reclusione per i reati di cui agli articoli 609-bis, 609-ter, 609-quater, 609-quinquies e 609-sexies del codice penale» il trattamento farmacologico di blocco androgenico totale attraverso «la somministrazione di farmaci di tipo agonista dell’ormone di rilascio dell’ormone luteinizzante (LHRH) ovvero di metodi chimici o farmacologici equivalenti». Ovvero attraverso i farmaci si abbatte la libido ovvero la pulsione e la funzionalità sessuale del soggetto. Si tratta di un procedimento sulla cui effettiva efficacia c'è grossa discussione e scontro in molti Paesi.

Il sindacato degli agenti penitenziari Spp, chiede una azione legislativa: «È necessario – si legge in una nota – rivedere l'ordinamento carcerario soprattutto per i minori autori delle violenze. Perché non basta la sorveglianza per prevenire possibili "azioni punitive" di altri detenuti. Come non basta moltiplicare le sezioni specifiche per detenuti con reati a sfondo sessuale. Purtroppo non esistono programmi adatti di rieducazione e soprattutto non ci sono le figure professionali – su tutte psicologi – per affrontare la detenzione dei giovanissimi violentatori».

La senatrice di Italia Viva Daniela Sbrollini, componente della commissione bicamerale sul femminicidio:

L'ultimo episodio lascia, se possibile, ancora di più senza parole. Un'estate di violenze che obbliga la politica, per quanto è in suo potere, ad intervenire. Il 30 agosto  si riunisce in Senato la Commissione di cui faccio parte.

Occasione perfetta per entrare nel merito dei problemi, e dare il segnale che la politica e le istituzioni sono presenti su un tema così importante.

Il deputato M5S Pasquale Penza, componente della Commissione parlamentare d'inchiesta sul degrado urbano chiede di radere al suolo il Parco Verde:

Ancora una volta la cronaca nera nazionale si concentra sul quartiere Parco Verde di Caivano: due bambine abusate da sei coetanei. L'ennesimo orrore che si consuma in questo quartiere-ghetto abbandonato a se stesso. L'ennesimo atto abominevole generato da un contesto di estremo degrado sociale e di povertà che diventa l'habitat naturale di immoralità e illegalità.

Il governo, oltre a combattere la povertà invece che alimentarla con le sue politiche classiste, deve impegnarsi per risolvere il problema dell'edilizia popolare degli anni '80: bisogna diluire la concentrazione abitativa di questi quartieri-ghetto, costruendo nuove abitazioni ecosostenibili e abbattendo le vecchie.

265 CONDIVISIONI
Cuginette stuprate a Caivano, giudizio immediato per 7 minorenni e i 2 maggiorenni indagati
Cuginette stuprate a Caivano, giudizio immediato per 7 minorenni e i 2 maggiorenni indagati
Stupri a Caivano, ascoltata anche la 13enne: nuovi dettagli sulle violenze di gruppo alle cuginette
Stupri a Caivano, ascoltata anche la 13enne: nuovi dettagli sulle violenze di gruppo alle cuginette
Stupri a Caivano, la bimba di 10 anni ascoltata di nuovo dai gip conferma tutti i particolari
Stupri a Caivano, la bimba di 10 anni ascoltata di nuovo dai gip conferma tutti i particolari
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni