È stata rimessa in tempi record la targa in memoria di Enrico Berlinguer, rotta il 29 gennaio scorso. Il Comune di Napoli, stamattina, ha provveduto, per il tramite il Servizio toponomastica, al ripristino della lapide marmorea danneggiata. Era presente sul posto l'assessore Alessandra Clemente a cui è stato riferito, da parte dei tecnici, che dall'esame delle lesioni trovate anche sul palo di sostegno della targa si possa ritenere che "il danneggiamento sia stato causato da un mezzo, presumibilmente autorizzato al transito, escludendo quindi il gesto vandalico".

La targa dedicata ad Enrico Berlinguer si trova nei pressi della stazione Linea 1 di via Toledo, a Napoli. È la seconda volta che la lapide marmorea dedicata allo storico segretario del Partito Comunista Italiano subisce un danneggiamento. Era già accaduto nel 2015. La targa in memoria di Enrico Berlinguer, segretario generale del Pci dal 1972 al 1984, fu apposta nel 2014 e il 20 dicembre di quell'anno avvenne l’intitolazione dello slargo all’incrocio tra via Diaz e via Toledo, a 30 anni dalla morte dello statista italiano, alla presenza delle figlie Bianca e Maria, di Aldo Tortorella, braccio destro di Berlinguer, e del sindaco di Napoli Luigi De Magistris. Già il mese successivo, però, la targa fu rubata da ignoti. Il Comune poi l’ha riposizionata ed è rimasta lì intatta fino ad oggi, quando ha subito un nuovo atto vandalico. Anche a Napoli, negli scorsi giorni, in occasione della ricorrenza del centenario della fondazione del PCI, all'epoca Partito Comunista d'Italia, avvenuta dopo la scissione al Congresso di Livorno del PSI, nel 1921, si sono già tenute diverse iniziative culturali di celebrazione.