14 Novembre 2022
11:38

Stesa a Soccavo, spari davanti alla clinica da un’auto in corsa: 5 bossoli rinvenuti

Stesa a Soccavo, Napoli Ovest, davanti alla clinica Villa Cintia, nel tardo pomeriggio di domenica. Repertati 5 bossoli a salve. Indagini della Polizia.
A cura di Nico Falco
Immagine di repertorio
Immagine di repertorio

Colpi di pistola sono stati esplosi in via dell'Epomeo, a Soccavo, a Napoli Ovest, nel tardo pomeriggio di ieri, domenica 13 novembre. Sul posto è arrivata la Polizia di Stato per le indagini e i rilievi del caso, cinque bossoli a salve sono stati rinvenuti all'altezza della clinica Villa Cinzia.

Soccavo, stesa davanti alla clinica in via dell'Epomeo

Il raid è avvenuto lungo la strada dello shopping del quartiere della periferia occidentale, a tutte le ore gremita di persona. L'intervento degli agenti intorno alle 19, a seguito della segnalazione delle esplosioni; i colpi sarebbero stati sparati da un'automobile in corsa. Non risultano danni né feriti, i proiettili sarebbero stati quindi soltanto quelli, a salve, trovati dagli agenti sull'asfalto durante i sopralluoghi. Verifiche sono in corso per accertare se nelle immediate vicinanze abitino pregiudicati che potrebbero essere destinatari dell'intimidazione.

Gli scontri tra clan di camorra a Soccavo

Nell'area ovest di Napoli si registrano da tempo fibrillazioni tra i clan di camorra. Prima gli scontri, nella vicina Pianura, tra i Carillo-Perfetto e i Marsicano-Calone-Esposito (che avrebbero poi trovato un accordo coi Vigilia di Soccavo), poi i tentativi di ricostruzione del clan Grimaldi, che avrebbero causato frizioni con le altre cosche dell'area. Di pochi giorni fa l'agguato in cui è rimasto ferito un 19enne, inquadrato dagli investigatori vicino ai Vigilia e colpito da un proiettile allo zigomo.

Non sarebbe invece da collocare negli scontri tra clan il grave ferimento del 23enne Antonio Artiano, figlio di un ras dei Grimaldi e in condizioni gravissime in ospedale per una pallottola alla testa. Inizialmente si era pensato a un agguato di camorra ma, stando a quanto dichiarato dai parenti della fidanzata alla Polizia, il giovane si sarebbe ferito da solo durante un litigio nato mentre era in corso un incontro tra i familiari della ragazza e i suoi, conseguente ad alcuni episodi violenti che avrebbero visto protagonista il 23enne.

Spari in strada a Portici, donna ferita alle gambe davanti a un negozio
Spari in strada a Portici, donna ferita alle gambe davanti a un negozio
Spari dallo scooter tra centinaia di giovani a Chiaia, vicino al Liceo Umberto: stesa nella movida
Spari dallo scooter tra centinaia di giovani a Chiaia, vicino al Liceo Umberto: stesa nella movida
Stesa a Chiaia: spari dallo scooter tra la folla di giovani
Stesa a Chiaia: spari dallo scooter tra la folla di giovani
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni