Il popolare comico di Castellammare di Stabia (Napoli) Simone Schettino, il "fondamentalista napoletano", ha dovuto annullare lo spettacolo in programma in programma al Teatro Troisi di Napoli il 24 e il 25 ottobre 2020: è risultato positivo al Covid-19. L'annuncio è stato pubblicato sulla pagina ufficiale Facebook dell'artista, con cui è stata comunicata anche la data del rinvio: lo spettacolo si terrà il 14 e il 15 novembre.

Sotto il post dell'annuncio i fan non hanno fatto mancare il calore e la vicinanza al cabarettista 54enne, con una valanga di like e centinaia di commenti con cui gli hanno augurato di riprendersi presto e di tornare a calcare le scene quanto prima. E c'è anche chi, ben conoscendo l'ironia che contraddistingue il "fondamentalista napoletano", che negli anni scorsi aveva scherzato anche su precedenti problemi di salute in cui era incappato, si dice sicuro che Schettino riuscirà a "trarre ispirazione anche da questa brutta storia". Il comico non ha dato ulteriori informazioni sul proprio stato di salute ma la decisione di non annullare lo spettacolo e di rinviarlo di un paio di settimane lascia intuire che le sue condizioni non siano preoccupanti.

Nelle scorse ore è risultato positivo anche il comico e presentatore napoletano Gino Rivieccio, 62 anni, che avrebbe dovuto in questi giorni presentare un nuovo libro e debuttare a teatro con uno spettacolo. Rivieccio ha avuto febbre per diversi giorni, motivo per cui ha deciso di sottoporsi al tampone, che ha dato esito positivo; al momento si trova in isolamento domiciliare.

È invece guarito Andrea Sannino, che era risultato positivo agli inizi di ottobre: dopo aver affrontato la malattia il cantante, autore di "Abbracciame", canzone diventata simbolo del lockdown, ha lanciato un appello a non sottovalutare l'infezione e a rispettare rigorosamente le misure anti contagio.