Prof positiva al Covid a Sant’Antonio Abate, chiudono alcune classi dell’Istituto Cesano, gli studenti tornano a seguire le lezioni da casa con la didattica a distanza (DaD). A comunicarlo è il sindaco del Comune napoletano, Ilaria Abagnale, nel consueto bollettino quotidiano sull’andamento della pandemia. “L’aggiornamento epidemiologico – scrive il primo cittadino abatese – riporta un dato di nuovi positivi leggermente sopra la media, con 13 nuovi casi accertati e 14 guarigioni. Nonostante ciò, il totale resta in lieve calo”.

Prof positiva al plesso Cesano

A preoccupare sono però i contagi nel personale scolastico. “Nell’aggiornarvi sull’evoluzione del contagio nel nostro territorio – riprende il sindaco Ilaria Abagnale – vi avvisiamo della momentanea sospensione delle attività didattiche in presenza di alcune classi del plesso Cesano (trasferitesi presso le aule delle Suore in via Buonconsiglio, a seguito dei lavori di adeguamento sismico dell’edificio sito in via Cesano, tuttora in pieno regime). Gli studenti continueranno a seguire le lezioni con didattica a distanza, poiché sfortunatamente riscontrata la positività al Covid-19 di un’insegnante, ora in isolamento. L’intero Istituto è già stato sanificato dalla ditta incaricata. Vi invitiamo a prestare massima attenzione durante gli spostamenti ed a non intrattenervi in luoghi pubblici se privi di estrema necessità, al fine di evitare assembramenti di qualsiasi natura. Forza, abatesi”.

Proprio a Sant'Antonio Abate, il 22 febbraio scorso, erano state sospese le funzioni religiose in chiesa a causa della diffusione della cosiddetta variante inglese del virus Sars-Cov-2: la mutazione era stata riscontrata in 4 dei 5 tamponi effettuati all'epoca. La sospensione delle celebrazioni liturgiche in tutte le chiese e le parrocchie del comune era stata decisa dal sindaco, Ilaria Abagnale, che dopo il confronto con l'Asl aveva emesso l'ordinanza, in vigore per due settimane, fino al 7 marzo, con norme più stringenti in chiave anti diffusione del virus.