359 CONDIVISIONI
23 Giugno 2022
8:13

Sciopero taxi a Napoli: in aeroporto centinaia di turisti bloccati questa notte, Alibus presi d’assalto

La protesta dei taxi, cominciata nella mattinata di ieri, è andata avanti a oltranza – e prosegue anche oggi. Questa notte, centinaia di turisti dall’aeroporto hanno avuto difficoltà a raggiungere le loro destinazioni, in città e altrove.
A cura di Valerio Papadia
359 CONDIVISIONI
Turisti bloccati questa notte in aeroporto per lo sciopero dei taxi (Foto:Fanpage.it)
Turisti bloccati questa notte in aeroporto per lo sciopero dei taxi (Foto:Fanpage.it)

Una giornata difficile, quella di ieri, per i trasporti a Napoli, dal momento che dalla mattinata del 22 giugno i tassisti hanno incrociato le braccia e hanno deciso di protestare contro il DDL Concorrenza. Lo sciopero dei tassisti si è protratto per tutta la giornata (e va avanti ancora oggi, 23 giugno, visto che anche questa mattina è difficile reperire un'auto bianca in giro per la città, ndr). Il risultato è che, questa notte, centinaia di turisti sono rimasti bloccati all'aeroporto di Capodichino: intorno alla mezzanotte e oltre, anche a causa di numerosi voli che sono arrivati quasi contemporaneamente nello scalo partenopeo, centinaia di turisti si sono ritrovati senza sapere come raggiungere le loro destinazioni, gli alberghi prenotati in città o anche nelle altre località turistiche, come la Costiera Amalfitana, ad esempio.

A chi, spaesato, nelle lingue più disparate, chiedeva di partire, i tassisti facevano di no con la testa e, in qualche modo, riuscivano a comunicare che avrebbero accolto a bordo soltanto anziani, persone con disabilità oppure in emergenza, coloro che, per qualche motivo di salute, avrebbero dovuto raggiungere gli ospedali della città. I più fortunati, quelli che a Napoli ci vivono, hanno svegliato amici e parenti e chiesto un passaggio. Gli altri, invece, hanno ripiegato sui pochi Alibus rimasti ancora in esercizio – il servizio è stato garantito fino all'una di notte – che sono stati letteralmente presi d'assalto.

"Raddoppiate corse Alibus, supporto ai turisti da Polizia municipale"

"Anche oggi sciopero senza preavviso dei taxi, che protestano contro le liberalizzazioni del Decreto concorrenza. Il Comune di Napoli e ANM stanno facendo il massimo sforzo possibile per limitare i disagi in un momento così felice per il turismo a Napoli. È stato raddoppiato il numero di Alibus sul percorso Aeroporto – Stazione Centrale – Porto: passano infatti a 16, in pratica vi è un passaggio senza soluzione di continuità. Per facilitare l'ingresso sul bus, il personale ANM presiederà e suggerirà la modalità di bigliettazione alla fermata Aereoprto: la maggioranza degli Alibus oggi in servizio hanno la modalità Tap end Go con carta di credito o Bancomat. La Polizia municipale, con rinforzo all'aereoporto, controllerà il corretto deflusso dei turisti". Così in una nota congiunta gli assessori comunali a Mobilità, Turismo e Sicurezza rispettivamente Edoardo Cosenza, Teresa Armato e Antonio De Iesu.

Perché protestano i tassisti

Nella giornata di ieri, tanti tassisti hanno sfilato in piazza del Plebiscito a Napoli, come detto, per manifestare il proprio dissenso al DDL Concorrenza. "Stiamo combattendo per la libertà del nostro lavoro – affermano i tassisti – Ci dispiace per i disagi all'utenza, ma siamo disperati. Le multinazionali ormai dettano l'agenda di governo e cercano di mascherare un nuovo monopolio parlando di concorrenza".

359 CONDIVISIONI
A Napoli taxi fermi, code lunghe di turisti all'Aeroporto
A Napoli taxi fermi, code lunghe di turisti all'Aeroporto
A Napoli taxi fermi oggi, migliaia di turisti in coda ad Aeroporto e Porto sotto il sole
A Napoli taxi fermi oggi, migliaia di turisti in coda ad Aeroporto e Porto sotto il sole
A Napoli ripartono i taxi, rientra la protesta dei tassisti: ma ci sarà sciopero il 5 luglio
A Napoli ripartono i taxi, rientra la protesta dei tassisti: ma ci sarà sciopero il 5 luglio
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni