Sprofonda la strada in piazza Leonardo. La voragine si è aperta ieri sera, secondo quanto affermato dai residenti della zona, attorno alle 19,30. Si tratta dell'ennesimo cedimento registrato in questi anni, già in passato, infatti, gli abitanti della zona hanno segnalato voragini e avvallamenti nella piazza che si trova nella V Municipalità Vomero-Arenella. Solo il 22 dicembre scorso erano iniziati i lavori di sgombero del cantiere dei box auto pertinenziali, a quasi 10 anni dalla posa della prima pietra. Il Comune di Napoli ha avviato le operazioni di ripristino dello stato dei luoghi, dopo la vittoria del contenzioso con la ditta al Consiglio di Stato. L'avvocato Dario Esposito del comitato dei residenti Piazza Leonardo: "Serve la massima allerta sulle condizioni del sottosuolo di piazza Leonardo, dopo lo sprofondamento avvenuto ieri sera".

Il garage sotterraneo con i 153 box pertinenziali per i residenti non si farà più. I tecnici e gli operai della NapoliServizi hanno iniziato le operazioni per liberare il cantiere. I lavori prevedono di coprire le buche, ripristinare il manto stradale originario e alla fine rimuovere transenne e macchinari dalla piazza. I lavori per costruire i box auto erano partiti nel dicembre 2012, anche se l'avvio vero e proprio risale al 2013. Il progetto risaliva alle giunte Iervolino. Nel corso degli anni, però, sono sorti molti intoppi sia di natura tecnica, in particolare sullo spostamento dei sottoservizi nel sottosuolo, che di natura burocratica. Le carte sono finite anche alla Procura della Corte dei Conti. Quindi, un lungo braccio di ferro nei tribunali amministrativi, tra il Municipio e la ditta appaltatrice, a causa dei ritardi nei lavori, finito poi con la decisione del Consiglio di Stato che ha ordinato il ripristino dello stato dei luoghi.