12 Maggio 2022
18:01

Non vuole pagare il biglietto: prende a pugni il controllore e sfonda la portiera del bus

Non aveva il biglietto del bus, né voglia di farlo: ha così aggredito prima il controllore a pugni, poi ha sfondato i vetri del mezzo. La vicenda nel Casertano.
A cura di Giuseppe Cozzolino

Non voleva pagare il biglietto dell'autobus: e così ha prima preso a pugni un controllore, poi ha sfondato con una spranga il vetro dell'autobus. Momenti di paura sulla linea Mondragone-Castel Volturno, gestita dall'Air (subentrata alla Ctp, ormai fallita), all'altezza della fermata Torre di Pescopagano: alla fine sono intervenire le forze dell'ordine, anche se l'uomo è riuscito a far perdere le proprie tracce.

Tutto è accaduto a bordo del mezzo dell'Air Campania, quando l'uomo è salito in compagnia di altri tre amici. Alla richiesta del biglietto, l'uomo ha spiegato di non averlo. E quando gli è stato chiesto di comprarlo a bordo, si è rifiutato. A quel punto però sono intervenuti anche gli amici, spiegando che avrebbero dovuto raggiungere Napoli: ma l'autista ha spiegato che erano sul bus sbagliato, visto che quello sul quale erano a bordo stava raggiungendo invece Pinetamare. E così è nato un secondo battibecco, con il ragazzo che era senza biglietto che ha tirato un pugno al controllore stesso.

Nel parapiglia, l'autista ha fermato il mezzo ed ha allertato le forze dell'ordine: nel frattempo però l'uomo che ha aggredito il controllore è sceso, ha preso una spranga di ferro ed ha sfondato il vetro della portiera dell'autobus, per poi scappare di corsa prima che i carabinieri arrivassero. I militari dell'Arma hanno subito iniziato le indagini per rintracciare l'uomo: anche gli amici si sono dileguati prima che potessero essere fermati.

"Sono gesti intollerabili, di barbara violenza", ha commentato l’Amministratore Unico di Air Campania, Anthony Acconcia. "Non è il primo episodio di aggressione ai danni dei nostri operatori, ai quali esprimo vicinanza e solidarietà. Tra l’altro si è verificato sulle nuove linee riattivate in provincia di Caserta lo scorso 2 maggio. Sporgeremo denuncia contro questi delinquenti. Spero che le forze dell’ordine individuino presto gli autori".

Il sindaco di Sant'Arpino (Caserta) cerca un portavoce. Ma non vuole pagare: incarico gratis
Il sindaco di Sant'Arpino (Caserta) cerca un portavoce. Ma non vuole pagare: incarico gratis
Parcheggia l'auto sulla fermata del bus e spacca a pugni il naso all'autista che chiede di spostarsi
Parcheggia l'auto sulla fermata del bus e spacca a pugni il naso all'autista che chiede di spostarsi
Prende a calci e pugni uno studente per rubare soldi e uno smartphone: arrestato
Prende a calci e pugni uno studente per rubare soldi e uno smartphone: arrestato
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni