Non indossa la mascherina mentre si trova all'interno dell'ufficio postale. Poi aggredisce anche i carabinieri intervenuti sul posto. L'uomo, un 40enne di origine nigeriana, alla fine è stato arrestato e denunciato per resistenza, violenza a pubblico ufficiale e violazione delle normative anti-coronavirus. L'episodio, l'ennesimo di questi giorni, è accaduto sul Corso Meridionale di Napoli, all'interno del locale Ufficio Postale.

L'uomo si trovava in fila attendendo il proprio turno, ma non indossava la mascherina, che è obbligatoria in tutti i casi e particolarmente nei luoghi chiusi ed affollati. Le altre persone che si trovavano in quel momento nell'ufficio postale lo hanno così invitato ad indossarla: ma lui si è rifiutato, e così le persone presenti hanno allertato i carabinieri. I militari dell'Arma, intervenuti sul posto, hanno così raggiunto l'Ufficio Postale sul Corso Meridionale di Napoli, non lontano dalla stazione di Napoli Centrale che si trova a piazza Giuseppe Garibaldi, ed hanno invitato l'uomo ad indossare il dispositivo di sicurezza.

Ma neanche in quel caso l'uomo ha voluto sentire ragioni, ed anzi ha prima insultato i carabinieri, poi li ha spintonati. Dopo qualche fase concitata, i militari dell'Arma sono riusciti a bloccarlo e portarlo in caserma. Per il 40enne di origine nigeriana è scattata così la denuncia penale per resistenza e violenza a pubblico ufficiale, nonché una multa per violazione delle normative anti-Covid: se la multa è di tipo strettamente economico, la denuncia penale può portare in caso di condanna per i reati contestatigli, ad un periodo di reclusione da sei mesi a cinque anni. Casi del genere, di persone che si rifiutano di indossare la mascherina, sono in aumento: e le multe, soprattutto nell'ultimo fine settimana, sono piovute a raffica per tutta Napoli.