La notizia dello sbarco di 16 migranti a Massa Lubrense, in Penisola Sorrentina, tiene ancora banco, vista l'eccezionalità della destinazione, lontana dalle rotte abituali dei cosiddetti "viaggi della speranza". Ecco che allora la Lega ha chiesto una interrogazione parlamentare per fare chiarezza sulla vicenda e capire come mai i 16 migranti – 14 uomini e due donne – siano arrivati nella Baia di Ieranto. Così, in una nota, il deputato della Lega Gianluca Cantalamessa:

Ho presentato questa mattina interrogazione a risposta scritta ai ministri dell'Interno e della Difesa per accertare quanto avvenuto a seguito dello sbarco di 16 immigrati clandestini presso la località Massa Lubrense (Napoli) nel pomeriggio di ieri. Stando alle dichiarazioni del primo cittadino, sono giovani, ben vestiti e in buona salute, non ancora identificati, probabilmente di nazionalità irachena e afghana, sarebbero scesi da due barconi eppure nessuna traccia dei mezzi di trasporto è stata rinvenuta secondo le ricostruzioni istituzionali; elementi sui quali occorre fare chiarezza.

Appare quantomai improbabile che abbiamo seguita una rotta dalle coste africane e siano arrivati senza essere intercettati sulle nostre spiagge. Quali scenari possono nascondersi dietro a questo raro episodio? Occorre fare chiarezza anche in merito ai pericoli legati al terrorismo internazionale. Chiediamo certezze anche sulla destinazione e sulla quarantena che ci auguriamo dovranno svolgere.

Questa mattina, invece, il sindaco di Massa Lubrense, Lorenzo Balduccelli, ha invece ringraziato tutti i cittadini – come la signora Rosa, che ieri sera ha riaperto la sua salumeria per rifocillare i migranti – che si sono prodigati per portare un aiuto ai 16 malcapitati che sono sbarcati sulla spiaggia di Nerano.