Napoli si appresta a celebrare uno dei suoi figli più amati e talentuosi, scomparso prematuramente nel 1994, ormai 26 anni fa: stiamo parlando di Massimo Troisi, indimenticato attore e regista di San Giorgio a Cremano. Dal 30 ottobre, e fino al 31 gennaio 2021, Castel Dell'Ovo, sul Lungomare della città, ospiterà la mostra fotografica e multimediale "Troisi Poeta Massimo": si tratta di foto private, immagini d'archivio, locandine di film, carteggi personali, ma anche filmati, che condurranno l'osservatore nella vita e nella carriera di Massimo Troisi. La mostra, infatti, racconta le fasi salienti del percorso personale e artistico di Troisi: dall'infanzia a San Giorgio a Cremano, alle pendici del Vesuvio, alla passione per il teatro sviluppata sin da giovane, passando per la popolarità acquisita grazie a La Smorfia (trio comico del quale facevano parte anche Enzo Decaro e Lello Arena).

La mostra "Troisi Poeta Massimo" è organizzata dall'Istituto Luce-Cinecittà, in collaborazione con l'Assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli e 30 Miles Film, con il riconoscimento del Ministero per i Beni e le Attività culturali-Direzione generale Cinema e Audiovisivo e della Regione Campania; la mostra vanta inoltre la collaborazione anche dell'Archivio Enrico Appetito, di Rai Teche, Cinecittà si Mostra e Cinecittà News, a cura di Nevio De Pascalis e Marco Dionisi, con la supervisione di Stefano Veneruso. La mostra sarà accompagnata da un catalogo, edito da Istituto Luce – Cinecittà e Edizioni Sabinae, a cura di Nevio De Pascalis e Marco Dionisi, con decine di immagini private e d’archivio, saggi di approfondimento biografico, testi delle interviste ad amici e colleghi e apparati teatro – filmografici.