È uno dei tratti di mare più frequentati dai napoletani in estate: è lo scoglio di Marechiaro, a Posillipo, dove i militari della Guardia di Finanza del Comando Provinciale di Napoli hanno scoperto e sequestrato due stabilimenti balneari abusivi. Ad entrare in azione, nel corso di controlli sul territorio, sono stati gli uomini del I Nucleo Operativo Metropolitano, con l'ausilio della Stazione Navale che, arrivati sullo scoglio, accessibile solo via mare, hanno rinvenuto e sequestrato numerose attrezzature balneari, nella fattispecie lettini e sedie, adagiate sullo scoglio senza alcuna autorizzazione e concessione per occupare quello spazio: in totale, i finanzieri hanno sequestrato 240 lettini e 50 sedie.

Nel corso delle operazioni, i militari delle Fiamme Gialle hanno constatato anche la presenza di due lavoratori in nero, che si occupavano del trasporto dei bagnanti fino agli stabilimenti balneari con un servizio di navette: nei confronti del datore di lavoro dei due dipendenti in nero è stata richiesta la sospensione dell'attività commerciale, mentre è stata elevata una multa che va dai 1.800 ai 10.800 euro per ogni dipendente non in regola; inoltre, sono state elevate sanzioni, per un massimo di 11mila euro, per le due imbarcazioni adibite al trasporto a pagamento dei bagnanti. Entrambi i responsabili dei due stabilimenti balneari abusivi sono stati denunciati alla competente Autorità Giudiziaria con l'accusa di occupazione abusiva di spazio demaniale, ai sensi del Codice della Navigazione: nei loro confronti sono in corso ulteriori accertamenti per valutare l'entità dell'evasione fiscale.