16 Novembre 2021
13:58

L’amarcord di chef Cannavacciuolo: “Tra Campania e Francia imparai a cucinare le lumache”

Lo chef Cannavacciuolo ha ricordato quando da giovane raccoglieva lumache con la nonna ed in Francia poi imparò a cucinarle. “E oggi le ripropongo nel menu”
A cura di Giuseppe Cozzolino

Amarcord per Antonino Cannavacciuolo: lo chef di Vico Equense ha ricordato un suo aneddoto di quando lavorava in Francia, paese dove imparò a cucinare le lumache. Un ingrediente che poi ha "importato" anche in Italia, nei suoi piatti più prestigiosi. Quelle stesse lumache che, da bambino, andava a raccogliere insieme alla nonna nei prati della sua Vico Equense.

Forse non molti di voi sanno che prima di Villa Crespi feci un’esperienza in Francia lavorando in ristoranti di alto prestigio. Dal periodo francese portai nella mia cucina alcuni ingredienti, tra cui le lumache. In un certo senso è come se queste rappresentassero il fil rouge della mia vita da Chef. La formazione in Alsazia, dove ancora giovinotto imparai ad utilizzarle al meglio; il passato in Campania, dove da bambino andavo a raccoglierle insieme a nonna nei prati davanti casa; il presente in Piemonte, dove ancora oggi le propongo nel mio ristorante di Villa Crespi.

La vita di chef Cannavacciuolo riserva del resto sempre tantissimi aneddoti: come quando da giovanissimo fu cuoco al ristorante La Sonrisa, esperienza che egli stesso ha sempre definito "molto istruttiva". Al punto che, quando morì don Antonio Polese, nell'androne del cosiddetto "Castello delle Cerimonie" di Sant'Antonio Abate ci fu anche un suo imponente ricordo floreale. Un altro aneddoto molto frequente è quello invece raccontato tempo fa dalla madre dello chef di Vico Equense: donna Anna infatti raccontò che se da piccolo faceva troppo tardi la sera, non gli apriva la porta di casa, lasciandolo dormire in macchina. O ancora, che se lo beccava a fare "impennate" con il motorino, glielo sequestrava per 15 giorni. "E infatti quel povero motorino stava sempre in cantina", raccontò.

Crollo Cimitero Poggioreale, 23 gennaio messa del vescovo Battaglia in Duomo per ricordare i morti
Crollo Cimitero Poggioreale, 23 gennaio messa del vescovo Battaglia in Duomo per ricordare i morti
Luci di Natale a Napoli 2021, iniziata la rimozione nelle strade della città dopo 4 mesi
Luci di Natale a Napoli 2021, iniziata la rimozione nelle strade della città dopo 4 mesi
Campania, l'assessore Fortini: "DaD nelle scuole per 2 settimane, contagi fuori controllo"
Campania, l'assessore Fortini: "DaD nelle scuole per 2 settimane, contagi fuori controllo"
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni