81 CONDIVISIONI

La vita di Massimo Troisi in scena al teatro Trianon di Forcella

“Troisi poeta Massimo”: sabato 4 e domenica 5 novembre al Teatro Trianon il nipote ripercorre la vita artistica e privata dell’artista, nel settantesimo anniversario dalla sua nascita.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Napoli Fanpage.it
A cura di Valerio Papadia
81 CONDIVISIONI
Immagine

Il 19 febbraio 2023 Massimo Troisi avrebbe compiuto 70 anni: per celebrare questo anniversario importante dell'attore e regista di San Giorgio a Cremano, morto a 41 anni il 4 giugno del 1994, al Teatro Trianon Viviani, nel cuore di Napoli, andrà in scena lo spettacolo "Troisi poeta Massimo". L'appuntamento è per sabato 4 e domenica 5 novembre: lo spettacolo, scritto, diretto e interpretato da Stefano Veneruso, nipote di Massimo Troisi, ripercorre la vita artistica e privata dell'indimenticato artista partenopeo.

Nato nel 2012 con Giancarlo Giannini come protagonista, nel corso degli anni lo spettacolo dedicato a Massimo Troisi ha avuto diversi interpreti. Al Trianon, oltre a Veneruso, sul palco ci saranno Alessandra Tumolillo, Alessandra Guidotti e Stefano Napoli.

"Massimo era il quinto di sei figli e mia madre Annamaria era la sua sorella maggiore; con lui avevamo quindici anni di differenza, lui del ‘53 e io del ’68, e anche se in famiglia nessuno era artista, allo stesso tempo artisti lo erano e lo sono un po’ tutti, artisti per come affrontavano e affrontano la vita" racconta Stefano Veneruso.

Prima della replica, domenica 5 novembre, alle 17, si terrà la presentazione del libro “Massimo Troisi. Il mio verbo preferito è evitare” scritto dallo stesso Veneruso ed edito da Rizzoli. L’incontro vedrà Enzo Agliardi dialogare con l’autore. I partecipanti alla presentazione potranno acquistare il biglietto di Troisi poeta Massimo a un prezzo ridotto.

81 CONDIVISIONI
"Un mondo di solidarietà" 2024 con Mario Biondi e Enzo Gragnaniello, show al Teatro Mediterraneo
"Un mondo di solidarietà" 2024 con Mario Biondi e Enzo Gragnaniello, show al Teatro Mediterraneo
Il Teatro San Carlo di Napoli costruito con 200mila mattoncini Lego
Il Teatro San Carlo di Napoli costruito con 200mila mattoncini Lego
A Forcella il murale di Geolier al posto di quello di Osimhen e Kvara per il terzo Scudetto
A Forcella il murale di Geolier al posto di quello di Osimhen e Kvara per il terzo Scudetto
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views