Continua a scendere, anche se molto lentamente, nonostante il numero dei nuovi casi sia ancora alto, la curva del contagio in Campania. I dati dell'ultimo bollettino, diramato ieri dall'Unità di Crisi regionale, parlano ancora di 1.447 nuovi contagi da Coronavirus, a fronte però di 21.827 tamponi analizzati: il tasso di positività – rapporto tra tamponi risultati positivi su quelli analizzati – scende dunque al 6,63%, come non accadeva da mesi. Una buona notizia arriva anche dai guariti, che sono stati 2.393, mentre resta alto purtroppo il numero dei morti: i nuovi decessi sono stati 38; dall'inizio della pandemia, invece, in Campania son stati superati i 6.500 morti.

In Campania già superato il numero dei morti per Covid di tutto il 2020

Come detto, il bollettino di ieri ha fatto sì che la Campania arrivasse a 6.522 vittime dall'inizio della pandemia ad oggi, vale a dire in poco più di un anno. Non solo: dal 1° gennaio del 2021 al 5 maggio, in questi primi 4 mesi del nuovo anno, sono stati 3.658 i morti per Coronavirus registrati in Campania, mentre in tutto il 2020, nell'anno in cui la pandemia è cominciata, sono stati invece 2.863.

La Campania ha paura di ritornare in zona arancione

Domani, venerdì 7 maggio, l'Istituto superiore di sanità pubblicherà il suo report settimanale sul monitoraggio della pandemia nelle regioni italiane, stabilendo anche eventuali variazioni delle fasce. La Campania teme di tornare in zona arancione, ma i dati sia sui contagi che sui ricoveri indicano ancora un calo, seppur lieve, così come l'Rt, che la scorsa settimana era superiore a 1 e quindi da zona arancione. Per la terza settimana consecutiva, dunque, la Campania dovrebbe restare in zona gialla.