In Campania resta stabile il tasso di incidenza del Coronavirus è al 10,11% con 2.232 nuovi casi positivi registrati ieri, a fronte di 22.075 tamponi molecolari analizzati. Leggermente inferiore rispetto al tasso di incidenza di venerdì del 10,22% (si tratta del rapporto tra positivi e tamponi effettuati), sempre il doppio della media nazionale. Domani la Campania torna in zona arancione Covid19: negozi, barbieri e parrucchieri potranno essere aperti tutti i giorni della settimana, senza pause, dalle 7 del mattino fino alle 21,30, come prevede l‘ordinanza firmata ieri dal governatore Vincenzo De Luca. Riapriranno anche le seconde e terze medie, mentre alle superiori torneranno a fare le lezioni in classe dal 50 al 75 per cento degli studenti. Potenziati anche i mezzi pubblici, con il ripristino delle linee bus scolastiche.

Per quanto riguarda l'andamento dei contagi, sono 2.232 i nuovi casi di Coronavirus in Campania rilevati nelle ultime 24 ore a fronte di 22.075 tamponi molecolari analizzati. Lo riferisce l'Unità di Crisi della Protezione Civile della Regione Campania, nel consueto bollettino giornaliero. I sintomatici sono nuovamente alti: 761 contro i 1.471 asintomatici. I decessi del giorno sono 12, che portano il totale a 5.934: ad un passo dunque da quota seimila. I nuovi guariti sono invece 1.937, che portano il totale a 270.531 da inizio pandemia. Risalgono i posti letto occupati in ospedale dai pazienti Covid: ad oggi sono 145 le persone in terapia intensiva, cui si aggiungono altre 1.532 nei reparti di degenza ordinaria, per un totale di 1.687 ricoveri totali in regione.