Si è costituito l'uomo che ieri, 19 gennaio, ha investito e ucciso Benedetto Di Matteo, il 46enne di Sessa Aurunca (Caserta) travolto mentre stava passeggiando lungo la via Appia, poco distante da casa sua, nella frazione di Cascano. Si tratta di un imprenditore del campo agroalimentare residente in zona, che inizialmente si è allontanato dal luogo dell'incidente, verosimilmente preso dal panico, ma successivamente si è presentato ai carabinieri; è stato denunciato per omicidio stradale.

La tragedia risale alle 20 circa di ieri sera. Di Matteo, come era sua abitudine, era uscito per fare una passeggiata lungo la via Appia, tra Carinola e Sessa Aurunca. L'imprenditore, forse per un attimo di distrazione e complice il buio, non si è accorto della sua presenza sulla carreggiata e lo ha travolto; il corpo del 46enne è stato sbalzato al lato della strada. Inutili i tentativi di soccorso: gravemente ferito per l'impatto, è deceduto in pochi istanti. A lanciare l'allarme alcuni passanti, mentre l'automobilista si è allontanato.

L'uomo è tornato sul luogo dell'incidente poco dopo e ha ammesso le sue responsabilità davanti ai carabinieri, nel frattempo intervenuti per i rilievi. È stato denunciato a piede libero per omicidio stradale ed è stato sottoposto, come da prassi, agli esami medici per accertare l'eventuale assunzione di alcol o sostanze stupefacenti. Il corpo della vittima è stato trasportato all'istituto di Medicina Legale di Caserta, dove verrà svolta l'autopsia. Le forze dell'ordine sono al lavoro per ricostruire l'esatta dinamica dell'incidente, anche ascoltando alcuni testimoni che si trovavano nelle vicinanze.