Un momento delle code per i vaccini alla Mostra d'Oltremare.
in foto: Un momento delle code per i vaccini alla Mostra d’Oltremare.

I Carabinieri del Nas stanno acquisendo informazioni su presunti "infiltrati" nelle code per i vaccini a Napoli nei giorni scorsi. L'obiettivo è verificare se vi siano state persone che, durante le procedure che nel capoluogo partenopeo si stanno tenendo alla Mostra d'Oltremare, si siano infiltrate nei giorni scorsi nelle code per la somministrazione dei vaccini Covid pur senza averne alcun diritto. La stessa ASL Napoli 1 Centro, nei primi giorni di vaccinazione, aveva confermato vi fossero stati "tentativi" di ingressi non autorizzati.

"Non bastassero le normali difficoltà legate al funzionamento di un'articolata e complessa organizzazione", aveva scritto in una nota l'ASL Napoli 1 Centro, "va registrato anche il comportamento irresponsabile di alcuni, che pur non avendo diritto alla vaccinazione hanno comunque cercato di intrufolarsi creando non pochi rallentamenti allo scorrimento delle code". Da capire ora se il tentativo sia stato infine portato a termine oppure no: i carabinieri del Nucleo Antisofisticazioni e Sanità di Napoli stanno raccogliendo tutte le informazioni ed i nomi dei vaccinati in questi giorni, per fare chiarezza. Una vicenda simile a quanto accaduto anche a Salerno, dove un ex dipendente della locale Asl ha presentato un esposto ai carabinieri ed alla Procura locale per denunciare che sarebbe stato somministrato il vaccino anche a persone che non ne avevano il diritto. I carabinieri del Nas, in ogni caso, in questo momento stanno procedendo solo alla raccolta di informazioni e non risultato fascicoli aperti da parte degli inquirenti. Le vicende saranno con più probabilità più chiare nei prossimi giorni.