14 Giugno 2021
7:59

In fiamme il PalaMaggiò di Caserta: ipotesi incendio doloso, forzata la porta d’ingresso

Un vasto incendio all’interno del PalaMaggiò di Caserta, ex tempio della pallacanestro campana ed italiana: in fiamme la parte posteriore, occupata dalle palestre e dagli uffici, le fiamme hanno risparmiato il parquet e le tribune. Ipotesi incendio doloso: la porta d’ingresso sarebbe stata forzata. Da due anni la struttura, affidata ad un commissario nominato dall’autorità giudiziaria dopo il fallimento della società, è diventata terra di nessuno e vittima di continui vandalismi.
A cura di Giuseppe Cozzolino

Un vasto incendio si è sviluppato al PalaMaggiò di Caserta, lo storico palazzetto che ha ospitato i grandi concerti (tappa obbligata ad esempio per Pino Daniele) e le gare della JuveCaserta di basket fino a pochi anni fa, prima di essere stata praticamente abbandonata a sé stessa, travolta come tutta la società e la pallacanestro casertana dal fallimento. E si pensa ad una ipotesi dolosa: la porta d'ingresso sarebbe risultata infatti essere stata forzata, mentre l'ipotesi dell'incidente partita da un corto circuito perde forza, dal momento che mancano anche gli allacci alla rete elettrica da quando l'impianto è stato chiuso.

Tutto è iniziato attorno alle 19 di ieri, quando alcuni automobilisti di passaggio nella zona di Castel Morrone, dove sorge il tempio del basket casertano, hanno notato una colonna di fumo innalzarsi proprio dalla struttura, avvisando i vigili del fuoco che sono accorsi sul posto assieme ai carabinieri del comando provinciale. Ci sono volute quasi quattro ore di lavoro ed altrettante squadre dei vigili del fuoco per domare le fiamme: alla fine, la conta dei danni è stata pesantissima, con la parte posteriore occupata dalle palestre secondarie e degli uffici amministrativi che sono andati in fumo. Risparmiate, miracolosamente o quasi, il parquet e le tribune, che si trovano nella parte anteriore della struttura.

La storia del Palamaggiò di Caserta

Una sorte, quella del PalaMaggiò, che da tempo è sotto accusa da parte di tutti i tifosi del basket casertano e non solo: da due anni, il PalaMaggiò ha seguito le orme della ditta Maggiò che aveva costruito l'impianto e fatto grande la squadra, capace di vincere uno Scudetto (nel 1991, al termine di una serie terminata 3-2 contro l'Olimpia Milano, dopo essersi trovata sotto 2-1 e vincendo l'ultima gara al Forum di Assago scrivendo la storia) ed una Coppa Italia poco prima (a Bologna dopo un altro epico match contro Varese), fornendo anche campioni assoluti alla nazionale italiana. Il palazzetto è ora da anni affidato ad un commissario nominato dall'autorità giudiziaria, ma è vittima di vandalismi più o meno frequenti al suo interno, diventando di fatto terra di nessuno. E il basket a Caserta, unica città a sud di Roma a diventare Campione d'Italia nel basket maschile, è di fatto scomparso assieme alla società.

Incendio fabbrica di cialde da caffè a Caserta: la situazione aggiornata
Incendio fabbrica di cialde da caffè a Caserta: la situazione aggiornata
Maxi incendio in zona Caserta, Vigili del Fuoco al lavoro coi Canadair
Maxi incendio in zona Caserta, Vigili del Fuoco al lavoro coi Canadair
Vasto incendio nel Casertano, fabbrica di caffè distrutta dalle fiamme: "Disastro ambientale"
Vasto incendio nel Casertano, fabbrica di caffè distrutta dalle fiamme: "Disastro ambientale"
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni