215 CONDIVISIONI
Coronavirus
27 Luglio 2021
16:32

In Campania vaccini Covid anche in spiaggia. Ma le prenotazioni degli under 18 restano poche

Vaccini Pfizer e Moderna contro Covid-19 somministrati in spiaggia senza prenotazione: l’iniziativa del comune di Bacoli. Vincenzo De Luca: “Sono aperti tutti gli hub, ma non abbiamo ancora un livello adeguato di iscrizioni per la vaccinazione nella fascia sotto i 18 anni”
A cura di Ciro Pellegrino
215 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Coronavirus

In Campania i vaccini anti-Covid saranno somministrati anche in spiaggia. Si inizia da Bacoli, nell'area Flegrea, dove ci sono numerosi lidi balneari frequentatissimi. Lo annuncia il sindaco Josi Della Ragione: «Dobbiamo sconfiggere la pandemia. Insieme, ci riusciamo. Un passo alla volta. Anzi. Un vaccino alla volta. Anche al mare. Ringrazio l’Asl Napoli 2 Nord per questa nuova iniziativa che accogliamo con entusiasmo. In affiancamento al centro vaccinale del Parco Vanvitelliano del Fusaro. ».

La campagna vaccinale balneare parte da Miliscola, frazione dei comuni di Bacoli e Monte di Procida: open day, mercoledì 28 e giovedì 29 luglio di pomeriggio, dalle ore 16 alle 19.  Il camper sarà collocato in strada, su via Miliscola.  Potranno aderire tutti, senza iscrizioni in piattaforma, dai 12 anni, in su. Saranno somministrati Pfizer e Moderna. I minorenni dovranno essere accompagnati dai genitori.

Resta il grande problema, quello delle vaccinazioni agli under 18, come spiega il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca: «Sono aperti tutti gli hub, stamattina ho parlato con il direttore generale della Asl Napoli 1, ieri alla Napoli 1 abbiamo avuto poche vaccinazioni. Mi ha detto che sono aperti 10 centri vaccinali, ma non abbiamo ancora un livello adeguato di iscrizioni per la vaccinazione nella fascia sotto i 18 anni. Abbiamo raddoppiato la presenza, ma non basta – aggiunge De Luca -. Se vogliamo arrivare con tranquillità al nuovo anno dobbiamo vaccinare l'80% della popolazione studentesca. Quello che non facciamo adesso dovremo farlo a inizio agosto, a fine agosto soprattutto e a settembre. Che sia chiaro a tutti: se non ci sono le condizioni di sicurezza le scuole non aprono in presenza».

215 CONDIVISIONI
27016 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni