58 CONDIVISIONI

Gli studenti hanno i pidocchi, il sindaco chiude tutte le scuole del comune nel Casertano

Scuole chiuse a Cesa, nel Casertano, per casi di pidocchi tra gli alunni. Domani il Comune provvederà anche alla sanificazione dei plessi scolastici.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Napoli Fanpage.it
A cura di Giuseppe Cozzolino
58 CONDIVISIONI
Immagine di repertorio
Immagine di repertorio

Chiuse le scuole di Cesa, nel Casertano, per casi di pidocchi tra gli alunni. Lo ha annunciato l'amministrazione comunale casertana. Domani, 22 novembre, una ditta specializzata si occuperà di sanificare le scuole dell'Istituto Comprensivo, rendendo così necessaria la chiusura. Questa la nota del Comune di Cesa:

Avviso chiusura delle scuole cittadine domani 22 novembre 2023A seguito della presenza di casi di pediculosi (pidocchi) tra gli alunni delle scuole cittadine, segnalati dalla dirigenza dell’Istituto Comprensivo, è stata ravvisata l’opportunità di procedere, domani, alla svolgimento di un’attività di sanificazione. Una ditta specializzata provvederà in tal senso per cui domani (22 novembre 2023) le scuole dell’Istituto Comprensivo resteranno chiuse. Come già comunicato dalla dirigenza scolastica con una propria circolare, per prevenire questi casi, è necessario una corretta e buona igiene dei bambini.

Sempre nel comune del Casertano, il sindaco Enzo Guida ha anche fatto sapere che "questa sera, 21 novembre 2023, verrà effettuata la chiusura della erogazione dell'acqua potabile per i lavori su Corso Umberto I, angolo via Roma dalle ore 21:00 alle ore 5:00. Nel caso di temporali o forte pioggia", prosegue il sindaco, "i lavori non verranno eseguiti e rimandati nella notte di domani, 22 novembre 2023, aggiungendo poi le scuse del Comune per il disagio ai cittadini.

58 CONDIVISIONI
Professoressa accoltellata alla schiena all’entrata della scuola: arrestato uno studente 17enne
Professoressa accoltellata alla schiena all’entrata della scuola: arrestato uno studente 17enne
Geolier, il premio dopo Sanremo: "Io appartengo a Napoli". La mamma di Giò Giò contesta
Geolier, il premio dopo Sanremo: "Io appartengo a Napoli". La mamma di Giò Giò contesta
Papiro di Ercolano carbonizzato di 2mila anni fa letto con l'IA: premio da 700mila dollari a tre studenti
Papiro di Ercolano carbonizzato di 2mila anni fa letto con l'IA: premio da 700mila dollari a tre studenti
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views