immagine di repertorio
in foto: immagine di repertorio

I poliziotti l'hanno visto sfrecciare sul suo fuoristrada, facendosi largo tra le altre automobili. E quando si è accorto degli agenti ha lanciato qualcosa dal finestrino ed ha tentato la fuga. Inseguito, è stato bloccato poco dopo e l'involucro recuperato: si era liberato di poco più di mezzo chilo di cocaina, che venduta nelle piazze di spaccio avrebbe fruttato una somma tra i 40mila e i 50mila euro. In manette il 33enne Giancarlo Mariniello, di Giugliano, con precedenti di polizia; è accusato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

L'uomo è stato notato ieri mattina, 26 novembre, in via Pisacane, alla periferia di Giugliano (Napoli), poco distante dall'asse mediano. Era in una Jeep Renegade, procedeva ad alta velocità quando è incappato nella pattuglia del commissariato locale della Polizia di Stato, impegnata in un servizio di pattugliamento di routine. Alla vista della volante ha lanciato un borsello dal finestrino e ha tentato di scappare, accelerando nella speranza di riuscire a imboccare una delle stradine laterali per sfuggire al controllo. I poliziotti lo hanno bloccato e hanno recuperato quello che aveva buttato in strada: due involucri con 520 grammi di cocaina, ancora da dividere in dosi.

Secondo le stime delle forze dell'ordine quella droga, "tagliata" per ricavarne un numero maggiore di dosi e immessa sul mercato del narcotraffico locale, avrebbe fruttato poco meno di 50mila euro. Presumibilmente la cocaina era stata appena acquistata ed era diretta a una delle piazze di spaccio della zona. Il 33enne aveva addosso 190 euro in contanti, anche quelli sequestrati come il veicolo.