I carabinieri forestali stanno indagando sull'orribile gesto di un giovane di Casoria, zona Cittadella, presumibilmente un 14-16enne che ha assestato un violentissimo calcio ad un gattino in strada facendolo schiantare su un muro e rovinare a terra. Il maltrattamento è stato immortalato da un amico del giovane e pubblicato sul social TikTok. Da lì i militari stanno risalendo all'identità di colui che ha pubblicato il filmato e al giovane autore del gesto. Quest'ultimo è stato di fatto già identificato dalle centinaia di attivisti ambientalisti e animalisti che da tutt'Italia stanno condannando il barbaro e insulso atto. Il reato di maltrattamento di animali è previsto dall'art. 544-ter del codice di procedura penale e punisce con la reclusione da 3 a 18 mesi o con la multa da 5.000 a 30.000 euro.

Cosa mostra il video? Un ragazzino con pantaloncini – quindi non è nemmeno chiaro a quanto tempo risalga –  in compagnia di alcuni amici, uno dei quali riprende la scena con il cellulare, dare un calcio a un gattino che passeggia tranquillamente per strada, sul marciapiede: il felino, colpito violentemente, compie un volo impressionante, per poi urtare un muro e cadere al suolo; qui le immagini si interrompono. Il video ha fatto in poco tempo il giro di tutti i social network, sollevando rabbia ed indignazione. Il consigliere regionale ambientalista Francesco Borrelli ha denunciato pubblicamente il maltrattamento, molti ambientalisti inviando mail al Comune di Casoria per chiedere interventi istituzionali sulla vicenda. E ora i carabinieri forestali dovrebbero poter risalire agevolmente al ragazzo e ai suoi amici e chiedere conto di quanto avvenuto.