Focolaio Covid19 nel campo rom di Secondigliano, dove negli scorsi giorni sono stati riscontrati 29 positivi su 65 tamponi fatti, tra il 25 e il 30 novembre, con un tasso di positività del 44,61%, molto più alto di quello regionale. A seguito di questi dati, l'Asl Napoli 1 Centro ha avviato in queste ore uno screening con test Covid19 di massa sulla popolazione del campo nomade. Il controllo a tappeto è scattato questa mattina. L'Azienda Sanitaria di Napoli ha allestito un punto di screening con un truck dell'Usca e una tenda per effettuare i test. Oggi si farà il tampone ai circa 330 abitanti del campo nomade della Circumvallazione, per cercare di monitorare e contenere il rischio di diffusione del contagio da Coronavirus.

In Campania i contagi sono in calo da 5 giorni: il numero dei positivi nelle ultime 24 ore è stato di 1.113 persone su 9.241 tamponi: ieri erano stati 1.626 su 14.286 tamponi. Un rapido calo di positivi che si sta mantenendo costante da giovedì scorso, 26 novembre, quando si sono registrati 3.008 positivi su 23.761 tamponi. Da allora, giorno dopo giorno, i contagi sono diminuiti. Segnale che probabilmente le misure di contenimento adottate con la zona rossa stanno funzionando. Bisognerà aspettare i prossimi giorni, però, per capire se il trend sarà confermato.

Fari puntati soprattutto su Napoli, dove negli scorsi giorni si sono registrati numerosi assembramenti con migliaia di persone per le celebrazioni spontanee per la morte di Diego Armando Maradona, avvenuta il 25 novembre. Intanto, domani scade la zona rossa in Campania, prorogata di altri 7 giorni il 27 novembre scorso, e c'è attesa per il nuovo Dpcm del Governo Conte che dovrà riclassificare le regioni italiane per area di rischio Covid a dicembre e dettare anche le regole per Natale e Capodanno. Il decreto è atteso tra domani e dopodomani e conterrà anche gli allegati per i viaggi all'estero.