Ci sono anche 8 Daspo per la festa di Halloween abusiva interrotta dalle forze dell'ordine nella notte dello scorso 1° novembre al Borgo Sant'Antonio Abate, nella zona della Stazione Centrale di Napoli, alla quale seguirono scontri tra i partecipanti, poliziotti e carabinieri intervenuti sul posto. Il questore di Napoli Alessandro Giuliano, prima volta in tutta la provincia, ha emesso 8 provvedimenti di Divieto di accesso ai pubblici esercizi o locali di intrattenimento nei confronti di 7 cittadini nigeriani e di un cittadino gambiano, che presero parte alla violenta aggressione ai danni delle forze dell'ordine, al termine della quale un funzionario e sette agenti rimasero feriti. Per la rissa sono state già arrestate tre persone, che si trovano attualmente detenute. Ai destinatari dei Daspo è stato fatto divieto anche di stazionare nei pressi dei pubblici esercizi e dei locali.

La festa abusiva e gli scontri

Nella notte tra il 31 ottobre e il 1° novembre, la notte di Halloween, agenti della Polizia di Stato e carabinieri intervennero in via Michele Morelli dove, in una sala ricevimenti, era stata segnalata una festa abusiva, in contravvenzione alle norme anti-contagio vigenti. I rappresentati delle forze dell'ordine, giunti sul posto, scoprirono circa 200 persone assembrate nel locale, tutte senza i dispositivi di protezione individuale. Alcuni dei partecipanti alla festa abusiva, si scagliarono contro le forze dell'ordine, lanciando in direzione di poliziotti e carabinieri vari oggetti: in particolare, i tre soggetti poi arrestati, lanciarono una pedana contro un'auto di servizio per impedire che questa si allontanasse con a bordo una persona già in stato di fermo.