164 CONDIVISIONI
Coalizione Centrodestra
44%
56 Seggi
Coalizione Centrosinistra
26%
5 Seggi
Movimento Cinque Stelle
15.6%
5 Seggi
Azione - Italia Viva - Calenda
7.7%
Per L'Italia con Paragone
1.9%
Unione Popolare con De Magistris
1.4%
60375 sezioni su 60399
Ultimo aggiornamento: 13 minuti fa
Coalizione Centrodestra
43.8%
121 Seggi
Coalizione Centrosinistra
26.1%
12 Seggi
Movimento Cinque Stelle
15.4%
10 Seggi
Azione - Italia Viva - Calenda
7.8%
Per L'Italia con Paragone
1.9%
Unione Popolare con De Magistris
1.4%
61396 sezioni su 61417
Ultimo aggiornamento: 5 minuti fa
Elezioni politiche del 25 settembre 2022 in Italia
18 Agosto 2022
19:28

Enzo Amendola accetta, in lista a Napoli nel Pd: “Candidatura di servizio per rispetto di elettori e militanti”

Amendola dice sì e accetta la candidatura nelle liste Pd a Napoli. Letta: “Grazie da parte di tutta la nostra comunità”
164 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Elezioni politiche del 25 settembre 2022 in Italia

Per capire lo spirito con il quale Enzo Amendola, attuale sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, accetta – dopo due giorni di tensioni e titubanze –  la candidatura a Napoli nella lista del Partito Democratico al Senato, con speranze molto basse di elezione, occorre leggere con attenzione le poche righe, affidate ai social network, con le quali dice sì: «La mia è una candidatura di servizio, per rispetto degli elettori e militanti del Partito democratico, che hanno sostenuto il lavoro svolto in Europa in questi anni».

La cosiddetta "candidatura di servizio" nel gergo politico è quella in cui un politico, pur essendo potenzialmente eleggibile (ma con poche chance) si spende per il gruppo e per il risultato finale.

Amendola, ex giovane della Figc e Sinistra giovanile, consigliere comunale a Napoli e segretario regionale del partito nei primi anni Duemila, parla da quadro di partito, facendo capire di aver incassato il colpo, di aver accettato pur con riottosità ma di voler fare la sua parte fino in fondo. E al tempo stesso ricorda nel suo tweet che in questi anni il suo lavoro, più che a Palazzo Chigi o nelle stanze del Nazareno, è stato in Europa, per il Pnrr , insieme a Mario Draghi:

Per cultura politica e personale sono sempre convinto che il noi venga prima dell'io. A tutti quelli mi stanno inondando di affetto e parole di stima, grazie davvero.

I vostri messaggi sono il motivo per cui vale la pena spendersi fino all'ultimo in questa campagna elettorale. Napoli è la mia città.

Difendiamo la Campania. L'Europa è la nostra comunità di destino.

Tempo dieci minuti e arriva il tweet di prammatica di Enrico Letta che era da due giorni in difficoltà per la "situazione Amendola": «Grazie da parte di tutta la nostra comunità. Ora tutti insieme a convincere gli italiani, casa per casa, strada per strada».

164 CONDIVISIONI
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni