È morta la balena che ieri era rimasta incastrata nel Porto di Marina Piccola, a Sorrento, perla dell'omonima costiera della provincia di Napoli. Da quanto si apprende, la carcassa del piccolo cetaceo è stata rinvenuta questa mattina dai sub della Capitaneria di Porto di Sorrento, durante un sopralluogo per verificare la presenza della balena in mare, a 20 metri di profondità. La notizia della morte della balena è stata data dal Parco Marino di Punta Campanella, che su Facebook scrive:

La balenottera non ce l'ha fatta. Purtroppo è stata individuata morta dai sub della Capitaneria di Porto. Sul posto, oltre la Cp, il Parco Marino, con la presenza anche del consigliere di amministrazione del CDA, Antonino Maresca, e la Stazione zoologica Anton Dohrn. Si attende l'Asl per organizzare il difficile e complicato recupero. Informato anche il Cert (Cetacean stranding Emergency Response Team) che rappresenta il coordinamento centrale riconosciuto a livello ministeriale nei casi di interventi su grossi cetacei

La balena era stata individuata nel pomeriggio di ieri, arenata nel Porto di Marina Piccola, forse trasportata lì dal mare agitato e dalla corrente. Il piccolo cetaceo, disorientato, non riusciva a raggiungere il mare aperto: dibattendosi, si è ferito, perdendo molto sangue. Alcuni cittadini, che hanno notato la balena, hanno così allertato le autorità: sul posto era intervenuta la Capitaneria di Porto, che aveva aiutato il cetaceo a riprendere il mare. Questa mattina, però, come detto, nel corso di controlli volti a verificare che effettivamente la balena si fosse allontanata, è stata purtroppo scoperta la sua carcassa.