282 CONDIVISIONI
Coronavirus
24 Maggio 2021
10:55

Devastato il centro vaccinale Covid di Coperchia, in provincia di Salerno

Un gruppo di ragazzi ha distrutto parte delle attrezzature del centro vaccinale di Coperchia, frazione di Pellezzano (provincia di Salerno). Le immagini riprese da una telecamera di videosorveglianza interna della struttura stessa. Il comune: “Non ci lasceremo intimorire”: già presentata una denuncia alle forze dell’ordine.
A cura di Giuseppe Cozzolino
282 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Coronavirus

Devastato il centro vaccinale di Coperchia, frazione del comune di Pellezzano, in provincia di Salerno. Lo ha denunciato la stessa amministrazione comunale, che ha pubblicato anche le immagini del raid vandalico avvenuto nella notte tra sabato e domenica. Si tratterebbe di un gruppo di ragazzi che hanno utilizzato il centro per una partita di calcetto improvvisata, distruggendo parte delle attrezzature e portandole anche via subito dopo. Il sindaco ha denunciato la vicenda alle forze dell'ordine, e non è escluso che grazie alle immagini registrate dalle telecamere il cerchio possa chiudersi già nelle prossime ore.

"Non è la prima volta che si registrano atti di inciviltà presso il Centro", ha spiegato il comune di Pellezzano in una nota ufficiale, "Vogliamo essere chiari: non ci faremo assolutamente intimorire da vili atti al bene pubblico da parte di un gruppo di incivili i quali non hanno ancora ben compreso il senso della Res Publica. I responsabili dovranno essere individuati e rispondere di quanto compiuto". Rabbia anche da parte dei cittadini, che sui social hanno commentato con durezza il raid vandalico compiuto, a quanto pare, da un gruppo di ragazzini che si sarebbero messi a giocare a calcetto nel porticato del centro in piena notte, distruggendone le attrezzature e portandole anche via. Non è la prima volta che un fatto del genere avviene: qualche giorno fa era stato distrutto il centro drive-in per i tamponi di Ercolano, nella provincia vesuviana di Napoli, che era stato allestito nei pressi dello Stadio Raffaele Solaro. Anche in quel caso vi era stata una rabbiosa replica da parte del comune, che aveva annunciato una immediata denuncia.

282 CONDIVISIONI
26111 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni