Prima diretta Facebook del 2021 per Vincenzo De Luca che riprende il suo settimanale "punto" sulla situazione contagi Covid e da ora anche sulle vaccinazioni. Oggi spazio anche alla vicenda dell'ospedale del Mare, la paurosa voragine che si è aperta all'alba nel parcheggio antistante la struttura ospedaliera.  «Faremo una verifica epidemiologica entro gennaio e quindi aspetteremo per capire com'è la situazione l'ultima settimana di gennaio e poi prenderemo le decisioni definitive. Per ora prudenza massima su scuola trasporti e tutto il resto».

E continua: «Io sono per avere una zona arancione per tutta Italia, sapendo che il contagio lo abbiamo intorno a noi arriva anche a noi, prendere un'unica misura. L'unica deroga la si può fare per zone dove il contagio è drammatico, zone dove irresponsabilmente c'è stata sempre la zona gialla e ora paga drammaticamente scelte sbagliate. Voglio suggerire al governo misure di attenzione fino a fine gennaio e poi capire dove si sta andando. Noi vogliamo aprire tutto e aprire per sempre». Secondo il governatore «c'è già una ripresa dell'epidemia» in atto in Italia.

Poi De Luca ribadisce quanto detto in mattinata quando si è recato in sopralluogo davanti all'Ospedale del Mare: «Non sono assolutamente d'accordo e nettamente contrario alla linea che sta seguendo il governo nazionale. Si va al manicomio. Credo che debba prendere un'unica decisione: una sola zona per tutta l'Italia, al di là delle zone che stanno meglio o peggio di altre. Tranne le zone rosse dove c'è un tasso di contagio altissimo. La linea delle mezze misure è una linea che serve a prolungare all'infinito l'epidemia e a mandare al manicomio l'Italia, i cittadini e gli operatori commerciali. Meglio dire ad un operatore commerciale ‘questa è la linea per i prossimi mesi, lavori di meno, ma ti diamo il contributo integrativo, puoi però programmare'».