5.302 CONDIVISIONI
Coronavirus
18 Giugno 2021
16:50

De Luca, caos sui vaccini ai minorenni: “Non ci muoviamo”. Poi si corregge: “Li facciamo”

Vincenzo De Luca sui vaccini Covid ai minorenni prima annuncia “Sulla fascia 12-17 non ci muoviamo”. Poi quando si diffonde la notizia dello stop alle somministrazioni è costretto a correggere se stesso: “In assenza di certezze scientifiche, ai ragazzi della fascia tra i 12 e i 17 saranno somministrati solo vaccini sicuri, cioè Pfizer e non altri”.
A cura di Ciro Pellegrino
5.302 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Coronavirus

Vincenzo De Luca nella solita diretta Facebook del venerdì parla soprattutto del vaccino Covid-19 e in particolare della seconda dose vaccinale per chi aveva ricevuto AstraZeneca. La Regione Campania ha deciso il via libera alla vaccinazione eterologa, somministrando quindi Pfizer o Moderna a chi aveva ricevuto il siero anglo-svedese finito tra le polemiche per gli eventi avversi, in particolare il rischio trombosi.

Vaccino ai minorenni: siamo fermi

«Mi fido – dice de Luca – del virologo Massimo Galli che conferma che non ci sono problemi particolari col vaccino eterologo diverso da AstraZeneca. Il problema che mantiene aperto la Regione Campania è la vaccinazione per fascia 12-17 e lì non ci muoviamo se non abbiamo garanzie e certezze assolute». De Luca parla davanti ad una telecamera, il messaggio si diffonde velocemente. E dopo un paio d'ore  il 72enne presidente della Campania è costretto a correggersi e a spiegare che il vaccino ai minorenni si fa:

In relazione a notizie relative a un presunto stop delle vaccinazioni per i minorenni, si chiarisce che il senso delle dichiarazioni pubblicate è questo: in assenza di certezze scientifiche, ai ragazzi della fascia tra i 12 e i 17 saranno somministrati solo vaccini sicuri, cioè Pfizer e non altri. Pertanto le vaccinazioni proseguono regolarmente e in piena sicurezza.

Durante la diretta è il solito show di accuse e coloriti insulti: «Non abbiamo raggiunto l'immunità di gregge rispetto al vaccino ma abbiamo raggiunto l'immunità di gregge rispetto alla ragione perché la quantità di pecoroni è sconvolgente, c'è una bolla mediatica nella quale non c'è spazio per la ragione o per avanzare rilievi critici». Tra le cose che annuncia il governatore c'è anche l'obbligo di mascherina anche in estate per la Campania.

Napoli, piano vaccini a rilento

Poi il discorso sul piano vaccinale che ha subìto una battuta d'arresto importante, soprattutto a Napoli città, dove sfuma l'obiettivo di immunizzazione almeno con la prima dose per tutti i napoletani entro luglio. nostri concittadini faccio questa raccomandazione: dobbiamo vaccinarci tutti. C'è stato un rallentamento dovuto all'incompetenza e alla confusione che proviene da Roma. A Napoli gli over 60 non si vaccinano e non va bene. Richiamo tutti ad iscriversi e vaccinarsi, anche perché in Campania faremo quasi esclusivamente Pfizer e Moderna».

Lo scontro con Figliuolo

Poi il quotidiano attacco al commissariato di governo Covid-19, il generale Francesco Figliuolo: «Quello che è avvenuto fino a una settimana fa per il commissario straordinario è semplicemente ridicolo. Eravamo a un passo dalla beatificazione, pur sapendo tutti quanti che quando si dice che abbiamo raggiunto 500mila dosi di vaccino, l'unico che non c'entra niente è il commissario straordinario, perché quello è tutto ed esclusivamente il lavoro delle Regioni».

E conclude: «Non è più tollerabile il livello di confusione che c'è in Italia quando si parla di Covid. Troppe voci tra esperti Cts e organismi vari: questo modello organizzativo, al di là delle persone, non può funzionare. Deve parlare solo una persona, una voce competente sul piano sanitario che parli per dare informazioni ai cittadini, e dovrebbe essere il ministro della Salute, come in tutti gli altri Paesi, non un commissario».

(articolo aggiornato il 18 giugno ore 16.55)

5.302 CONDIVISIONI
25849 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni