128 CONDIVISIONI
Covid 19
4 Gennaio 2022
13:09

I dati dei contagi Covid nelle scuole della Campania: ecco perché De Luca vuole chiuderle un mese

In Campania si contano 23mila positivi tra studenti e prof nelle scuole. Oltre 18mila studenti contagiati e 3mila prof. I dati dell’Unità di Crisi.
A cura di Pierluigi Frattasi
128 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

In Campania si contano 23mila positivi tra studenti e prof di scuola. Un’ondata di contagi impressionante che colpisce soprattutto i giovani fino a 18 anni ed in particolare le fasce della scuola dell’obbligo, tra elementari e medie. Oltre 18mila, infatti, sono i positivi tra gli studenti. Circa 3mila quelli nel personale scolastico. Questi i dati emersi dall’incontro dell’Unità di Crisi per l’emergenza Covid19 con l’assessore regionale all’Istruzione Lucia Fortini. Dati preoccupanti, secondo il governatore Vincenzo De Luca, che in queste ore sta chiedendo al Governo Draghi di rinviare l’apertura in presenza delle scuole, prevista per il prossimo 10 gennaio, di circa un mese, per aumentare la percentuale di vaccinazioni. I ragazzi, in questo caso, potrebbero eventualmente seguire le lezioni in DaD, con la didattica a distanza. Sulla stessa lunghezza d’onda anche altri governatori di regioni come il Veneto e la Toscana.

Sulla DaD braccio di ferro Regione-Governo

Ma il Governo è contrario e ha ribadito il suo niet alla DaD anche ieri. De Luca è pronto ad andare avanti e ha ribadito che se la situazione dovesse diventare drammatica, farà le sue scelte. Ma i margini per un intervento autonomo della Regione sono molto stretti. La normativa prevede la DaD solo per le regioni arancioni o rosse e la Campania ad oggi è bianca. D’altra parte i dati dei contagi a disposizione dell’Unità di Crisi fotografano una situazione preoccupante, che la Regione vuole tenere sotto controllo, mentre si aspettano indicazioni dal Governo centrale. Oggi se ne discuterà nella Conferenza Stato-Regioni.

Lo scenario, quindi, potrebbe cambiare rapidamente. Le prossime ore saranno fondamentali. Non è escluso, ad ogni modo, un intervento della Regione Campania entro la fine di questa settimana. Ma la decisione se firmare o meno un'ordinanza – che potrebbe arrivare tra giovedì e sabato – spetterà al governatore De Luca. La Regione cercherà di tenere alta la bandiera della didattica in presenza, fermo restando la presa d’atto della variante Omicron che sta contagiando con velocità.

I contagi nelle scuole in Campania

Secondo i dati dell’Unità di Crisi della Campania, aggiornati a lunedì 2 gennaio 2022, che Fanpage.it ha potuto vedere, al momento si contano 3.009 positivi tra docenti (2244), personale Ata (629), dirigenti (34) e altro (102) nelle scuole campane. Di questi, 184 nella Asl di Avellino, 111 Benevento, 452 Caserta, 707 Napoli 1, 477 Napoli 2, 627 Napoli 3, 451 Salerno, 47 Asl esterne.

Sono 18.849, invece, gli studenti positivi, con 6.797 nuovi contagi in sette giorni, dall’ultima rilevazione. La maggior parte è nella fascia 11-13 anni, quella generalmente corrispondente alle scuole medie inferiori con una percentuale del 2,14% di positivi. A rischiare la proroga della chiusura delle scuole, in una eventuale ordinanza regionale, potrebbero essere soprattutto le province di Napoli, Caserta e Avellino, dove i dati dei contagi sono più alti.

128 CONDIVISIONI
31288 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni