Un'altra vittima di Covid a Napoli: si tratta di un uomo di 84 anni originario di Portici, nel Vesuviano. L'uomo era apparso, suo malgrado, nel video girato nel pronto soccorso dell'ospedale Cardarelli e divenuto tristemente famoso perché mostrava all'interno dei bagni il corpo senza vita di un uomo, poi risultato essere Giuseppe Cantalupo, anch'egli di 84 anni. Nel video, l'uomo deceduto quest'oggi era su una barella, con del cibo ancora impacchettato ai piedi della lettiga. Il decesso è avvenuto attorno alle 17 di quest'oggi, all'interno del nosocomio napoletano.

L'inchiesta sul decesso di Cantalupo

La Procura di Napoli ha intanto aperto un fascicolo d'inchiesta dopo il video girato da Rosario La Monica, che in quel momento era anche lui un paziente del pronto soccorso dell'ospedale Cardarelli. Video che era poi stato diffuso in Rete da Agostino Romano, consigliere della IX municipalità Soccavo-Pianura di Napoli, come aveva spiegato egli stesso nelle ore successive. Le ipotesi di reato sono di omicidio colposo e di abbandono di incapace.

I parenti: "Vogliamo sapere la verità"

Le polemiche erano infuriate subito dopo la diffusione del video in Rete. I parenti della vittima avevano però in qualche modo "difeso" chi aveva girato quel video. La nipote di Giuseppe Cantalupo aveva spiegato nelle ore successive che alla famiglia non era stato comunicato il fatto che il corpo fosse stato ritrovato in un bagno: "Mio nonno merita giustizia e non ci fermeremo finché non saranno accertate colpe e responsabilità. Morire così non è accettabile. L'avete ammazzato, nel modo più brutale di tutti, con la menzogna".

Giuseppe Cantalupo, l'uomo di 84 anni trovato senza vita nel bagno del Pronto Soccorso del Cardarelli.
in foto: Giuseppe Cantalupo, l’uomo di 84 anni trovato senza vita nel bagno del Pronto Soccorso del Cardarelli.