Aumentano ancora i contagi nei Comuni che compongono la Costiera Amalfitana, nota località turistica della provincia di Salerno. I dati sull'andamento della pandemia di Coronavirus aggiornati alla serata di ieri, martedì 11 gennaio, parlando di 31 nuovi casi di Sars-Cov-2 che si sono registrati nell'area. Da considerare, però, che 21 di questi si sono registrati soltanto a Ravello, dove si teme un cluster epidemico: in città sono 55 le persone attualmente positive. Altri 5 dei 31 nuovi casi di Covid-19 si sono registrati a Maiori, dove invece sono 59 le persone attualmente positive e dove il sindaco Antonio Capone ha disposto una mini zona rossa, fino al prossimo 17 gennaio, chiudendo uffici comunali, chiese, cimiteri e interrompendo il mercato settimanale. Sono quindi Ravello e Maiori le cittadine più colpite nella zona: qui si attendono gli esiti di numerosi tamponi effettuati nelle ultime ore (65 a Ravello e 57 a Maiori).

Insiste la mini zona rossa anche a Furore, altra perla della Costiera Amalfitana, dove prima delle festività natalizie, a causa dei tanti contagi, erano state inasprite le misure di contenimento della pandemia. Secondo il bollettino aggiornato alle ultime 24 ore, nella cittadina non ci sono stati nuovi contagi, e quindi restano 14 le persona attualmente positive. Resta in zona rossa, fino al 24 gennaio, anche Minori, a causa dell'alto numero di contagi che sono stati riscontrati nei giorni scorsi. Nella "città del gusto", però, l'ultimo bollettino parla di soli due nuovi casi, mentre sono 22 le persone attualmente positive. In tutta la Costiera Amalfitana, infine, sono 260 le persone ancora contagiate dal Coronavirus.