Anche i medici degli studi privati, come ginecologi e altri specialisti, e i dentisti in Campania potranno fare le vaccinazioni per il Coronavirus, dopo i loro colleghi che lavorano nel sistema sanitario nazionale pubblico. L’Unità di Crisi regionale per l’emergenza Covid19 ha dato il via libera, accogliendo la richiesta avanzata dall’Ordine dei Medici, presieduto da Silvestro Scotti. “Ci siamo molto battuti – spiega Pina Tommasielli, referente della medicina territoriale della task force – affinché tutti i medici fossero vaccinati contro il Coronavirus. Abbiamo quasi ultimato le vaccinazioni per i medici del servizio pubblico sia ospedaliero che i medici di base e i pediatri e adesso è il momento di passare ai liberi professionisti e agli odontoiatri”. In queste ore, l’Ordine dei Medici della Campania sta inviando le email con la richiesta ai medici iscritti del settore privato di vaccinarsi. Dopodiché gli elenchi saranno inviati alle Asl di competenza per avviare la campagna vaccinale. A Napoli le vaccinazioni avverranno alla Mostra d’Oltremare.

Vaccinazioni Covid, già prenotati 3mila medici privati

Al momento in Campania si contano oltre 86mila vaccinati. La prima fase della campagna vaccinale è stata destinata al personale sanitario e sarà conclusa entro i primi di febbraio. Poi sarà stilato l'elenco delle categorie a rischio in Campania, tra le quali ci saranno forze dell'ordine e docenti. “Tutti avranno diritto alla vaccinazione – spiegano in una nota Silvestro Scotti e Bruno Zuccarelli, rispettivamente presidente e vice dell’Ordine – Alle 13,00 registrati già in 3.130. Un risultato importante, che aiuta a garantire la salute dei nostri iscritti e al tempo stesso dei cittadini. Primo in Italia, l’Ordine dei Medici di Napoli è riuscito ad ottenere che tutti i suoi iscritti abbiano diritto alla vaccinazione anti Covid”.

Riunitosi in assemblea, ieri il Consiglio Direttivo ha definito le modalità di prenotazione per gli iscritti, dando di fatto avvio alla procedure di registrazione delle prenotazioni. La ratio è quella che da sempre distingue chi sceglie di servire la salute pubblica: un medico, anche in pensione, non smette mai di essere un medico. Pertanto garantire un’immunizzazione significa garantire il medico in casi di interventi in emergenza e metterlo nella condizione di intervenire sempre nel modo più efficiente e rapido. Alle 13.00 di oggi sono già 3.130 gli iscritti che hanno già deciso di prenotare la vaccinazione. Nominativi che vengono raccolti tramite una piattaforma dell’Ordine dei Medici di Napoli e che saranno trasmessi alle ASL competenti che provvederanno poi a definire modalità e tempi di convocazione.

Le e-mail di richiesta per le prenotazioni sono partite già ieri sera, indirizzate ai 23mila  medici e odontoiatri di Napoli e provincia. L’Ordine dei Medici di Napoli mette a disposizione dei suoi iscritti i numeri di telefono 081/660517 e 081/660544 per aiutare nella registrazione eventuali medici che non siano in grado di utilizzare mezzi informatici. “Siamo al fianco di tutti i colleghi – concludono Silvestro Scotti e Bruno Zuccarelli – nella convinzione che questa sia una battaglia di civiltà imprescindibile nella quale la Campania si sta dimostrano una Regione più che virtuosa”.