380 CONDIVISIONI
Coronavirus
13 Gennaio 2021
18:43

Vaccini Covid in Campania: nelle liste priorità ad anziani, insegnanti e forze dell’ordine

La Regione Campania prepara le liste dei cittadini che saranno chiamati a vaccinarsi nei prossimi giorni: over 80, over 60 con patologie croniche, insegnanti e personale scolastico, forze dell’ordine, personale del trasporto pubblico. Intanto domani l’ASL Napoli 2 Nord vaccinerà altri 250 ospiti nelle case di cura con i vaccini Moderna.
A cura di Giuseppe Cozzolino
380 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Coronavirus

La Regione Campania si prepara alla vaccinazione di massa anti Covid. Già al lavoro l'Unità di Crisi della Regione Campania per delineare le liste di cittadini che dovranno sottoporsi al vaccino nei prossimi giorni: liste che dovranno avere il via libero del governo, per ottenere anche la relativa fornitura di vaccini. Negli elenchi della Campania ci sono cittadini sopra gli 80 anni, quelli sopra i 60 con patologie croniche, insegnanti e personale scolastico, forze dell'ordine, personale del trasporto pubblico. Potrebbero essere coinvolti nella campagna di vaccinazione anche i medici di base, che potrebbero utilizzare i vaccini con Pfizer che non necessitano di essere conservati a temperature bassissime.

Intanto, a Napoli si parte domani con la somministrazione del vaccino Moderna: l'Azienda Sanitaria Locale Napoli 2 Nord vaccinerà domani 250 ospiti della case di cura presenti sul proprio territorio. Sono circa duemila le dosi in dotazione all'Asl Napoli 2 Nord, con la differenza sostanziale rispetto al vaccino Pfizer-Biontech che questo può essere conservato anche tra i 2 e gli 8 gradi per trenta giorni. Complessivamente, invece, nell'intera Asl Napoli 2 Nord hanno ricevuto la prima dose del vaccino già 1.350 tra operatori sanitari ed ospiti delle case per anziani ed RSA, su un totale di circa 10mila persone vaccinate nell'intero territorio di competenza. Sono 1.098 intanto i contagi delle ultime 24 ore in Campania, come comunicato dall'Unità di Crisi della Regione Campania, con altri 48 morti. E De Luca ha nuovamente invitato alla prudenza: "Siate, responsabili, già negli ultimi giorni registriamo un incremento di ricoveri nelle nostre strutture sanitarie".

380 CONDIVISIONI
25846 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni