Aumentano ancora i casi di coronavirus a Pozzuoli: nel comune flegreo se ne sono registrati ben 42 nelle ultime 24 ore, quasi due all'ora. E il totale di attualmente positivi raggiunge così la cifra di 475 casi. Nel resto dell'area flegrea, la situazione è altrettanto grave: 171 i casi attivi nella vicina Quarto dopo i 26 delle scorse ore, mentre a Bacoli si è raggiunta quota 58 positivi. Numeri in costante aumento, insomma, nell'intero territorio dei Campi Flegrei, che come la provincia di Napoli ed il capoluogo di regione stesso sta vivendo nell'occhio del ciclone della seconda ondata di coronavirus. Anche a Giugliano in Campania, cittadina limitrofa a Pozzuoli pur non facente parte della canonica zona flegrea, il boom di casi è stato enorme: 773 gli attualmente positivi, che hanno fatto suonare il campanello d'allarme anche a livello istituzionale.

"Oggi registriamo 42 nuovi positivi, i casi sono in notevole aumento", ha spiegato il sindaco di Pozzuoli, Vincenzo Figliolia, "I nostri numeri sono tenuti sotto osservazione dall'Unità di Crisi regionale: con un incremento ulteriore potrebbero essere adottate nuove misure restrittive", ha avvertito il primo cittadino puteolano. La paura è che sopra i 500 casi, che potrebbero essere raggiunti già nelle prossime ore, possa essere presa in considerazione l'ipotesi di una zona rossa nel comune flegreo. Questo il bilancio attuale del coronavirus a Pozzuoli, come comunicato dall'Asl Napoli 2 Nord competente per il territorio al Comune puteolano:

  • Positivi attuali: 475 (+42)
  • Ricoverati in ospedale: 8 (+3)
  • In isolamento domiciliare: 467 (+39)
  • Guariti: 188 (=)
  • Decessi: 16 (=)
  • Casi totali: 679 (+42)