469 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito
Covid 19

Coronavirus, DG del Cotugno di Napoli spiega a che punto è la saturazione della terapia intensiva

Maurizio di Mauro, Direttore del Cotugno spiega a Fanpage.it che la situazione nel nosocomio infettivologico è sotto controllo. Nella terapia intensiva sono occupati solo 2 posti su 8 disponibili. Ma avverte: “Non bisogna abbassare la guardia, il virus è ancora presente”. I nuovi positivi intanto sono 56, di cui 18 rientrati dall’estero.
A cura di Gaia Martignetti
469 CONDIVISIONI
[Immagine di repertorio]
[Immagine di repertorio]
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su

"Siamo in frontiera, in prima linea. Non ci curiamo dei numeri ma accogliamo i pazienti". Maurizio di Mauro, Direttore Generale dell'Azienda Ospedaliera dei Colli (Monaldi – Cotugno – CTO), è preoccupato per il crescente numero di casi positivi da Covid – 19 in Campania ma allo stesso tempo sereno. "La situazione al Cotugno, spiega a Fanpage.it, è sotto controllo anche grazie al fatto che ci sono altri posti in Covid Center come Scafati e Ponticelli. Però non è finita, bisogna mantenere alta la guardia ed essere responsabili".

Attualmente la terapia subintensiva del Cotugno è satura. I pazienti ricoverati sono 10, due in più dei posti disponibili in reparto. Di questi 8 sono anche abbastanza critici. metà dei pazienti è ventilata mentre gli altri 5 sono in ossigenoterapia. Delle 16 persone in ricovero ordinario 14 sono positivi conclamati, mentre per i 2 sospetti si è in attesa di ulteriori esami. La terapia intensiva che ha a disposizione 8 posti letto ne vede occupati al momento 2, uno è un trasferimento. "Dobbiamo lavorare tutti per cercare di contenere questa situazione, daremo il massimo e anche oltre il massimo, a prescindere dai ruoli", aggiunge ancora il direttore Maurizio di Mauro. Va inoltre specificato che al momento il Cotugno si trova nella fase 1 e che quindi non è saturo, perché secondo il piano regionale per ampliare i posti letto e passare quindi alle fasi successive, è necessario che siano pieni gli altri presidi regionali.

Nei giorni scorsi Maurizio di Mauro aveva invitato a una maggiore responsabilità soprattutto ai giovani: divertirsi ma senza dimenticare i sacrifici fatti in questi mesi. Intanto i nuovi positivi in Campania,secondo il bollettino dell'Unità di Crisi sono 56 di cui 18 rientrati dall'estero.

469 CONDIVISIONI
32809 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views