Finite le ispezioni degli "007" del ministero della Salute negli ospedali di Napoli. I funzionari di Roma, accompagnati nei sopralluoghi dai carabinieri del Nas, hanno acquisito tutte le informazioni relative al Coronavirus nel capoluogo partenopeo. Tutti i dati saranno poi inseriti in una relazione al ministro della Salute Roberto Speranza. I sopralluoghi nelle scorse ore si sono concentrati su 4 presidi sanitari di Napoli: l'azienda ospedaliera di rilievo nazionale Antonio Cardarelli, l'Ospedali dei Colli (per i nosocomi Monaldi e Cotugno) e l'Ospedale del Mare di Ponticelli. Ad annunciare la visita degli ispettori era stato, ieri, il presidente dell'Istituto Superiore di Sanità, Silvio Brusaferro, che però aveva precisato: “Riteniamo validi i dati della Campania, ma approfondimenti sono in atto per cogliere aspetti che potrebbero completar e una analisi che è in corso”. La Campania ieri è stata confermata area gialla, con rischio moderato per il Coronavirus, nella classificazione del ministero della Salute, ma gli esperti di Roma adesso avranno un quadro complessivo della situazione. Il governatore della Campania Vincenzo De Luca nelle scorse ore ha chiarito che i dati della Campania sono corretti e validati e di essere stato proprio lui a chiedere approfondimenti.

Coronavirus, i Nas in quattro ospedali di Napoli

Il ministero della Salute ha inviato un pool di 6 ispettori inviato un pool di 6 ispettori per approfondire e monitorare la situazione sanitaria della Campania in merito al Coronavirus. Saranno passati al setaccio tutti i dati: dai ricoveri in degenza ordinaria, alle terapie intensive, al personale disponibile, dagli infermieri agli anestesisti. Negli scorsi giorni si sono viste lunghe code di ambulanze all'Ospedale Cotugno, dove i pazienti sono stati visitati anche in auto. Alla fine la relazione sarà inviata al ministro della Salute Roberto Speranza. Ieri mattina ispettori e Nas si sono recati al Cardarelli, mentre nel pomeriggio sono stati nell'Ospedale del Mare, dove il direttore generale dell'Asl Napoli 1 Centro, Ciro Verdoliva, li ha accompagnati nei reparti Covid. Al Monaldi e al Cotugno, invece, ispettori e Nas hanno incontrati i vertici amministrative e sanitari, il direttore generale Maurizio Di Mauro e il direttore sanitario Rodolfo Conenna, degli ospedali dei Colli, i quali, insieme con i direttori di presidio hanno fornito tutti i documenti sulle procedure adottate, le riconversioni dei posti letto e le metodologie di intervento.