Navette bus aggiuntive per ridurre gli assembramenti a bordo dei treni Eav della Circumvesuviana e delle linee flegree. I pullman che si aggiungeranno alle corse dei treni durante l'orario di punta per pendolari e studenti (fascia 7-9). Lo annuncia il presidente Eav, Umberto De Gregorio: "Le misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19 – spiega – allo stato, prevedono, per treni ed autobus, coefficienti di riempimento contenuti entro l’80% dei valori nominali, tra posti seduti ed in piedi. Già a partire dalle settimane coincidenti con l’apertura delle scuole, Eav ha monitorato in maniera puntuale il servizio e gli indici di affollamento, in maniera da poter predisporre tutto quanto utili per ridurre eventuali criticità. Dall’analisi del monitoraggio, al momento non si registrano particolari esigenze o macroscopiche criticità; cionondimeno, si è deciso di effettuare i seguenti accorgimenti, già a partire dalla prossima settimana".

Linee ferroviarie: Circumvesuviana e linee flegree

Pur registrandosi indici di riempimento inferiori al limite dell’80%, verranno istituiti “sperimentalmente” nella fascia oraria 7.00-9.00 i seguenti servizi automobilistici di supporto al servizio ferroviario:

  • Linee Flegree: Circolare Pianura – Soccavo – Mostra – Agnano – Pianura
  • Linee Vesuviane: Pomigliano – Napoli (ss7bis e/o autostrada) e Ercolano-Napoli (ss18 e/o autostrada)

Resta inteso che si proseguirà nel monitoraggio degli indici di affollamento.

"Nessun assembramento sui bus"

"Non si registrano affollamenti intorno all’80% di capacità massima – spiega il presidente Eav – Si sta provvedendo ad effettuare un secondo ciclo di monitoraggio, per verificare il consolidamento dei dati, anche per essere pronti per un eventuale riduzione dei parametri (ad esempio, riempimento al 60%). In ogni caso, con le amministrazioni locali che usufruiscono dei servizi su gomma aziendali che hanno richiesto la massima attenzione sui collegamenti degli studenti, si sono aperti tavoli di confronto congiunti, in maniera di meglio soddisfare le esigenze del territorio".