Covid 19
30 Dicembre 2021
17:48

Cosa si può fare a Capodanno a Napoli e in Campania. Divieti e regole dal cenone alle feste in piazza

Cosa si può fare a Capodanno a Napoli e in Campania: le regole e i divieti dal cenone alle feste in piazza.
A cura di Pierluigi Frattasi
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

Il Capodanno a Napoli 2022 risentirà purtroppo della rinnovata paura dei contagi Covid-19 conseguenti all'ondata di nuove infezioni della variante Omicron. In Campania, alle regole legate al nuovo Decreto festività del Governo Draghi, con l'estensione del super green pass, l'obbligo di mascherina all'aperto e l'uso delle mascherine Ffp2 in alcuni luoghi al chiuso (cinema, teatri, mezzi pubblici) e in alcune circostanze, si aggiungono anche i divieti delle ordinanze della Regione Campania e dei sindaci. A Napoli vietate le feste e gli aperitivi in piazza, chiuse le discoteche. I cenoni sono ammessi nei ristoranti, ma solo con super green pass, e a casa con amici e parenti. Possibile anche concedersi un weekend fuori porta, visto che non sono in vigore limitazioni agli spostamenti tra regioni o comuni e nemmeno per l'estero. Il Ministero dell'Interno ha emanato una circolare con la quale si rafforzano i controlli anti-Covid19 delle forze dell'ordine la notte del 31 dicembre 2021.

Ma cosa si può fare a Capodanno a Napoli e in Campania? Ecco tutte le regole e i divieti dal cenone alle feste in piazza.

Vietate le feste e gli eventi in piazza

La Campania è stata la prima regione d'Italia a vietare le feste e gli eventi in piazza per tutta la durate delle feste di Natale 2021. Il divieto sarà in vigore anche per la notte del 31 dicembre 2021 e terminerà il 1 gennaio 2022. Annullati, quindi, i concerti in piazza della notte di San Silvestro, come quello in piazza del Plebiscito a Napoli, trasferito al Maschio Angioino e visibile solo in streaming e in Tv.

Divieto di aperitivo e obbligo di mascherina in strada

Vietati i brindisi di mezzanotte in strada. Chi sceglierà di fare comunque una passeggiata all'aperto sarà obbligato ad indossare la mascherina, almeno la chirurgica. A Napoli, il sindaco Gaetano Manfredi, ha firmato un'ordinanza che vieta il 31 dicembre a bar e ristoranti di vendere bevande in bicchieri o bottiglie di vetro, in lattine o tetrapak, e in nessun altro contenitore rigido, anche al banco e ai tavoli all’aperto. Consentiti solo i bicchieri di carta o di plastica leggera. L'ordinanza dispone, inoltre, la chiusura temporanea di 31 piazze del centro storico, in caso di assembramenti, fino a Capodanno.

A Caserta, il sindaco Carlo Marino ha annunciato un'ordinanza che vieta agli esercizi cittadini, dalle ore 11 del 31 dicembre alle 5 del primo gennaio, la somministrazione di alimenti e bevande al banco e ai tavoli, nelle aree esterne sia pubbliche che private. È consentito, esclusivamente, il servizio ai tavoli all'interno dei locali, nel rispetto delle norme vigenti in materia di Covid 19. Inoltre, nella stessa fascia oraria, è vietata qualsiasi forma di festeggiamento o brindisi nelle aree pubbliche e ad uso pubblico. Il provvedimento dispone infine che le attività della fiera di Via Ruta, del mercato coperto e dei mercati rionali, nella giornata del 31 dicembre, siano consentite esclusivamente per gli esercenti del settore alimentare.

Veglioni solo a casa, chiuse le discoteche

Vietati anche i veglioni di Capodanno nei locali, dove sarà possibile esclusivamente cenare seduti al tavolo nel rispetto del distanziamento. I veglioni saranno, invece, ammessi a casa, sempre nel rispetto delle normative anti-Covid19. Le discoteche saranno chiuse fino al 31 gennaio 2022. Alcuni locali napoletani si sono reinventati proponendo alla clientela un'offerta diversa e trasformandosi in ristoranti, senza serata danzante. Restano vietati gli assembramenti, sia al chiuso che all'aperto. Niente “trenini” di Capodanno, insomma, al ritmo di samba.

Ok al cenone al ristorante, ma solo con super green pass

Sarà possibile fare il cenone di Capodanno sia a casa che nei ristoranti. Ma sarà obbligatorio avere il super green pass, cioè essere vaccinati contro il Covid. A Napoli molti locali offrono assieme al cenone di Capodanno anche musica dal vivo o spettacoli. Ma i clienti dovranno comunque restare seduti al tavolo e non potranno ballare. Non ci sono limiti, invece, per il numero di persone che si potranno ospitare in casa per il cenone, pur nel rispetto delle normative anti-contagio sugli assembramenti.

Quando è obbligatoria la mascherina Ffp2

La mascherina Ffp2 è obbligatoria per salire sui mezzi pubblici, come bus, metro e funicolari, per entrare in cinema e teatri e per chi ha avuto un contatto e risulta esente dall’isolamento. Per prendere i mezzi pubblici e i treni è necessario avere anche il Super Green Pass, che verrà controllato a campione ai passeggeri. A Napoli non sono previste corse prolungate del metrò Linea 1 e delle funicolari per la notte tra il 31 dicembre 2021 e il 1 gennaio 2022. La mascherina chirurgica è invece obbligatoria all'aperto.

31047 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni