Questa mattina, 22 febbraio, sono cominciati i lavori per il ripristino del parapetto di via Partenope, gravemente danneggiato dalla mareggiata che si è abbattuta su Napoli lo scorso 28 dicembre. L'intervento è stato previsto con la delibera di Giunta Comunale del 12 febbraio, con una spesa di circa 230mila euro. Stamattina l'assessore comunale ai Lavori pubblici, Alessandra Clemente, ha effettuato un sopralluogo insieme ai funzionari comunali e ai responsabili dei lavori. I lavori dureranno circa due mesi e prevedono il restauro della base, il ripristino del parapetto, la demolizione del marciapiede, il riempimento della cavità scavata dalla mareggiata, il rifacimento del marciapiede e degli arredi.

"La violenza della mareggiata – si legge in una nota del Comune di Napoli – ha fortemente danneggiato la base del parapetto, il cosiddetto muro parabolico, scalzando il rivestimento in pietra vesuviana ed erodendo il terrapieno sottostante il marciapiede. Un danno ingente e importante, non visibile dalla strada. La ditta esecutrice dei lavori sta ora recuperando i materiali, di elevato pregio, divelti dalla mareggiata e trasportati dalla violenza del mare sulla scogliera e in acqua per essere lavorati e di nuovo reimpiegati per il ripristino del rivestimento del muro e del parapetto".

In mattinata l'assessore Clemente ha inoltre visitato via Udalrigo Masoni, nella zona dei Ponti Rossi, dove sono in corso lavori di rifacimento per sostituire la pavimentazione in cubetti con quella in conglomerato bituminoso in corrispondenza di via Santa Maria ai Monti; il cantiere durerà circa 2 mesi. Infine, l'ultimo sopralluogo nel cantiere di piazza Carlo III, insieme all'assessore Marco Gaudini, dove i lavori prevedono il rifacimento della pavimentazione in cubetti di pietra.