880 CONDIVISIONI
Notizie sull'omicidio di Antonio Natale a Caivano
4 Dicembre 2021
12:38

Arrestata per droga la famiglia di Domenico Bervicato, indagato per l’omicidio di Antonio Natale

Solo uno di loro era ancora a piede libero, mentre gli altri, tra cui lo stesso Domenico Bervicato e il fratello, si trovano già in carcere.
A cura di Valerio Papadia
880 CONDIVISIONI
Antonio Natale, ucciso a Caivano il 4 ottobre scorso
Antonio Natale, ucciso a Caivano il 4 ottobre scorso
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Notizie sull'omicidio di Antonio Natale a Caivano

Ancora un blitz al Parco Verde di Caivano: arrestata tutta la famiglia di Domenico Bervicato, il ragazzo che si trova in carcere per l'omicidio di Antonio Natale, il 22enne scomparso proprio dal Parco Verde lo scorso 4 ottobre e poi trovato cadavere dopo due settimane, per il quale Bervicato è al momento l'unico indagato: il giovane è stato l'ultimo ad aver visto in vita Natale. Secondo gli inquirenti, il ragazzo e la sua famiglia gestivano la piazza fiorente piazza di spaccio che sorge nel Parco Verde di Caivano: sono tutti già detenuti, tra cui lo stesso Bervicato, il fratello Francesco, arrestato la scorsa settimana, e Massimo Bervicato, classe 1972; a loro, si è aggiunto anche Giovanni Bervicato, classe 1980, già noto alle forze dell'ordine e fino alla serata di ieri, quando è scattato il blitz, ancora a piede libero. Nei loro confronti, i carabinieri Nucleo Investigativo di Castello di Cisterna, della Sezione Operativa della Compagnia di Casoria e della Tenenza di Caivano hanno applicato ordinanze di custodia cautelare in carcere emessa dal gip del Tribunale di Napoli su richiesta della Direzione distrettuale antimafia partenopea.

Le indagini dei magistrati antimafia e dei carabinieri sulla famiglia Bervicato e sulla piazza di spaccio da loro gestita al Parco Verde di Caivano, avviate dai militari della Sezione Operativa di Casoria, si sono svolte tra il novembre del 2020 e il luglio del 2021 e hanno preso le mosse da un servizio della trasmissione televisiva "Le Iene" sullo spaccio nella zona, andato in onda proprio nel novembre del 2020. L'attività investigativa dei carabinieri ha permesso di documentare una fiorente attività di spaccio di stupefacenti da parte degli indagati, soprattutto di stupefacenti come cocaina, marijuana e hashish. La piazza di spaccio era protetta da un sofisticato sistema di telecamere di videosorveglianza, messo in piedi per eludere i controlli delle forze dell'ordine.

Anche Domenico Bervicato era stato arrestato per droga

Prima ancora di essere indagato per l'omicidio di Antonio Natale, prima che in un altro blitz arrestassero per droga suo fratello Francesco, anche Domenico Bervicato era finito in manette proprio per spaccio di sostanze stupefacenti. Bervicato, 20 anni, è stato arrestato nella metà dello scorso mese di novembre mentre era in procinto di partire, forse di lasciare l'Italia: i carabinieri, che sono arrivati nella sua abitazione per arrestarlo, lo hanno trovato in possesso di un biglietto aereo per l'estero e con le valigie già pronte.

880 CONDIVISIONI
Omicidio Antonio Natale, a Caivano nasce in chiesa il comitato per combattere la camorra
Omicidio Antonio Natale, a Caivano nasce in chiesa il comitato per combattere la camorra
Arrestato spacciatore al Parco Verde: è il fratello di Bervicato, indagato per la morte di Antonio Natale
Arrestato spacciatore al Parco Verde: è il fratello di Bervicato, indagato per la morte di Antonio Natale
Omicidio Antonio Natale: indagato Domenico Bervicato, l'ultimo che lo ha visto in vita
Omicidio Antonio Natale: indagato Domenico Bervicato, l'ultimo che lo ha visto in vita
Tornata in Costiera Amalfitana per lavorare: il paradiso dei turisti è l'inferno per i lavoratori
Tornata in Costiera Amalfitana per lavorare: il paradiso dei turisti è l'inferno per i lavoratori
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni