Qualche mese fa, Fanpage.it aveva anticipato il desiderio, l'intenzione, di Antonino Cannavacciuolo di fare ritorno a casa, nella sua Vico Equense, e di aprirvi un ristorante. Il sogno dello chef prenderà forma questa estate nella sua Ticciano, frazione del Comune della Penisola Sorrentina, dove il famosissimo chef pluristellato è nato e cresciuto: la nuova avventura culinaria di chef Cannavacciuolo – che insieme alla moglie Cinzia Primatesta manda avanti Villa Crespi, ristorante con due stelle Michelin sul Lago d'Orta, in Piemonte – si chiamerà "La casa in campagna". Si tratta del primo ristorante di Antonino – stimato non solo come cuoco, ma anche come personaggio televisivo, in quanto giudice di Masterchef Italia – nella sua terra d'origine, la Campania.

Cannavacciuolo e la moglie Cinzia Primatesta
in foto: Cannavacciuolo e la moglie Cinzia Primatesta

Proprio nelle scorse ore, in una intervista rilasciata al Corriere della Sera, lo chef aveva anticipato i suoi progetti futuri, tra cui ovviamente il suo "ritorno a casa" e la preparazione della undicesima stagione di Masterchef, fortunatissimo cooking show di Sky, Cannavacciuolo ha rivelato anche di aver avuto il Covid. «A dicembre ho pure avuto il Covid – ha rivelato lo chef napoletano –  ma praticamente non me ne sono accorto: ero un po’ stanco, avevo dei giramenti di testa. Pensavo fossero gli effetti della dieta detox che stavo seguendo… invece qualche settimana dopo ho fatto un test sierologico e ho capito che era il virus. Per fortuna non ho perso né gusto né olfatto e non ho contagiato nessuno" ha detto lo chef.

"Gli ultimi dodici mesi sono stati pesanti. Business fermo, tanta incertezza, problemi per tutti" ha invece dichiarato chef Cannavacciuolo sulla crisi della ristorazione causata dalla pandemia di Coronavirus e dalla chiusura forzata di questi esercizi commerciali.