2.270 CONDIVISIONI
22 Agosto 2021
11:37

Aggressione transfobica a Pompei. Sex worker denuncia: “Mi hanno sparato con un’arma a pallini”

La transgender Sara Lopez è stata vittima di un’aggressione per le strade di Pompei che ha denunciato sui social network: una banda di ragazzini l’avrebbe presa di mira esplodendo al suo indirizzo diversi colpi con una pistola a pallini. “Sara Lopez da anni è costretta a lavorare come sex-worker e vive tutte le sere i pericoli della strada”, sottolinea l’associazione Pride Vesuvio Rainbow.
A cura di Redazione Napoli
2.270 CONDIVISIONI

Nuova violenza transfobica, questa volta nel Napoletano. Nella serata di ieri la transgender Sara Lopez, tramite i suoi social, ha denunciato di essere stata molestata da una banda di ragazzini a Pompei e che questi, dopo averla insultata l'avrebbero presa di mira con una pistola a pallini sparando al suo indirizzo diversi colpi, diversi dei quali andati a segno come testimoniato dai segni che ha mostrato sui social. La sex worker ha raccontato l'episodio e la paura provata, trovando subito il sostegno dell'Arcigay e dell'associazione locale Pride Vesuvio Rainbow. Le associazioni arcobaleno hanno sottolineato che, proprio le difficoltà a trovare un lavoro dei cittadini transgender, li espone spesso alla violenza della strada e ai rischi connessi al lavoro sessuale.

"Sara Lopez da anni è costretta a lavorare come sex-worker, così come tante donne transessuali che hanno difficoltà a trovare un lavoro per poter vivere dignitosamente. – si legge in una nota di Vesuvio Rainbow – Sara vive tutte le sere i pericoli della strada. Condanniamo fermamente la terribile aggressione, rinnoviamo tutta la nostra solidarietà e vicinanza a Sara e a tutte le donne transgender che ogni notte sono costrette a vivere la strada tra paure e violenze. Auspichiamo l’immediato intervento dello Stato per individuare i responsabili di questa aggressione. Siamo preoccupati per una possibile escalation di violenza ai danni dei/delle più fragili e dei/delle più esposti/e all’odio e all’intolleranza".

"Quanto accaduto stanotte a Sara deve farci più riflettere: le donne transessuali hanno grandissime difficoltà nell’inserimento a lavoro in una società che le preferisco come fenomeni e non riconosce a loro la dignità di persone. Chiediamo alle Istituzioni locali e nazionali di attivare sempre più politiche finalizzate alla creazione di maggiori e vere opportunità di lavoro per le persone transgender", conclude la nota.

2.270 CONDIVISIONI
Pestaggio per strada a Reggio Calabria: decine di giovani aggrediscono un ragazzo
Pestaggio per strada a Reggio Calabria: decine di giovani aggrediscono un ragazzo
4.982 di antoizzo86
Minacce di morte al sindaco di Sant'Antimo, denunciato 16enne
Minacce di morte al sindaco di Sant'Antimo, denunciato 16enne
Sei indagati per la morte di Filippo Marzatico, il dj ustionato durante il barbecue a Casoria
Sei indagati per la morte di Filippo Marzatico, il dj ustionato durante il barbecue a Casoria
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni