143 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito

A Scampia gli “eroi del quotidiano” scelti da Mattarella: Antonio Piccolo e Carlo Sagliocco

Nominati Commendatori al merito dal Presidente della Repubblica per la scuola calcio che salva i ragazzi da strada e criminalità. Nardella: “Sono la grande anima di Scampia”
A cura di Pierluigi Frattasi
143 CONDIVISIONI
Immagine

Ci sono anche i napoletani Antonio Piccolo, 74 anni, e Carlo Sagliocco, 71 anni, tra i 30 "eroi dei quotidiano", premiati dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Da anni, animano una vivace scuola calcio a Scampia, che ha tenuto lontano da strada e criminalità decine di ragazzi del quartiere dell'area nord di Napoli. Il Capo dello Stato li ha nominati Commendatori dell'Ordine al merito della Repubblica italiana: "Per aver offerto, attraverso la fondazione di una Scuola Calcio, un posto dove i giovani di Scampia si possano ritrovare e promuovere iniziative sociali".

Accanto a loro, premiato anche Michele Mele, 32 anni, ricercatore presso l'Università del Sannio, che si occupa delle problematiche delle persone ipovedenti e individua nuovi strumenti per facilitarne la quotidianita. Mele è stato nominat Cavaliere dell'Ordine al merito della Repubblica italiana. Riconoscimento ottenuto per aver "divulgato con cura e precisione le problematiche delle persone ipovedenti impegnandosi per eliminare le difficoltà e gli ostacoli".

Il presidente Nardella: "Sono l'anima di Scampia"

Antonio e Carlo da molti anni gestiscono la Scuola Calcio Arci Scampia, nel quartiere delle Vele, dove offrono ai ragazzi la possibilità di condividere il gioco e iniziative sociali e culturali. "In questi anni – racconta il presidente della Municipalità Nicola Nardella a Fanpage.it – ho visto Antonio e Carlo appassionarsi, dare l'anima, indignarsi, fare grandi gesti di solidarietà, avere un contegno gentile, li ho visti combattere per difendere il diritto dei bambini allo sport, li ho visti colmi di amorevolezza, talvolta Antonio Piccolo l'ho visto emozionarsi profondamente, lui è così, a volte non trattiene le emozioni. Entrambi rappresentano la grande anima di Scampia.

Da anni la loro associazione sportiva organizza partite di calcio, iniziative sociali e culturali. Lo scorso gennaio la scuola fu vittima di un raid di ladri che rubarono attrezzatura ed abbigliamento sportivo destinati ai 350 ragazzi iscritti che erano custoditi all'interno del deposito. Un gesto ignobile, che ha suscitato la solidarietà di tutta la città. Antonio Piccolo nel 1986 ha fondato l'Arci Scampia, con al suo fianco sempre Sagliocco. Alle migliaia di ragazzi iscritti hanno insegnato non solo le regole del gioco, ma anche della vita.

143 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views