A Napoli arrivano i giocattoli sospesi donati dai negozianti ai bimbi poveri. Da ieri, gli operatori del Servizio Welfare della Napoli Servizi stanno ritirando i giocattoli alcuni generosamente donati dai negozianti e altri invece comperati dai cittadini e lasciati al negoziante che ha aderito all'iniziativa. Sono oltre mille i giocattoli raccolti finora. Il meccanismo è simile a quello della spesa solidale, come quando si fa la spesa e poi si mette qualcosa nel carrello solidale del negoziante. Una iniziativa di carattere solidale fortemente voluta dall’Assessorato al Patrimonio, ai Lavori pubblici e ai Giovani del Comune di Napoli, guidato da Alessandra Clemente.

Da sempre la Napoli Servizi collabora fattivamente alla riuscita di iniziative solidali a favore dei più bisognosi. Da ieri gli addetti della Napoli Servizi stanno raccogliendo più di mille giocattoli presso i diversi rivenditori, sparsi su tutto il territorio cittadino, che hanno aderito alla manifestazione. La raccolta continuerà anche nei prossimi giorni e, al termine di questa operazione, i giocattoli saranno distribuiti alle diverse realtà associative territoriali che a loro volta li doneranno ai bambini della nostra città.

L'iniziativa era partita lo scorso 17 dicembre, quando l'Assessore ai giovani Alessandra Clemente ha accompagnato, insieme al testimonial dell'iniziativa Peppe Iodice, la Console Generale degli Stati Uniti a Napoli Mary Avery in un negozio di via Nazionale per l'acquisto di giocattoli nell'ambito della manifestazione solidale del Comune di Napoli "Giocattolo sospeso". Terminata la campagna, adesso i giocattoli raccolti saranno distribuiti alle associazioni che li daranno ai bambini.