32.592 CONDIVISIONI
Coronavirus
27 Agosto 2020
9:50

A Napoli morta insegnante col Coronavirus. Non aveva patologie pregresse

Morta un’insegnante di Fuorigrotta di 58 anni con il Covid-19. La donna, Doriana Decimo, non aveva gravi patologie pregresse. Era risultata positiva al tampone Coronavirus dopo essere stata portata in ospedale con un collasso, con probabile miocardite, la notte tra il 25 e il 26 agosto. È deceduta all’Ospedale del Mare.
A cura di Pierluigi Frattasi
32.592 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Coronavirus

Una insegnante di Fuorigrotta Doriana Decimo, quartiere della periferia Occidentale di Napoli è morta con il  Covid-19. La donna, 58 anni, secondo i medici non aveva patologie pregresse gravi. Era risultata positiva al Coronavirus dopo essere stata portata in ospedale con un collasso, la notte tra il 25 e il 26 agosto. Ma non ce l'ha fatta, nonostante le cure mediche prestate. È deceduta all'Ospedale del Mare di Ponticelli. La donna, secondo le prime ricostruzioni, aveva accusato sintomi influenzali già alla fine della scorsa settimana. Venerdì il primo sintomo,  la febbre, scesa grazie alla somministrazione di paracetamolo. Poi però le sue condizioni hanno registrato un peggioramento, con un forte abbassamento della pressione. Martedì sera ha contattato il 118 poiché aveva accusato un collasso. Quando è arrivata l'ambulanza, dopo aver effettuato il triage, ha accompagnato la paziente all'Ospedale San Paolo di Fuorigrotta.

Qui, a seguito di una ecografia cardiaca sarebbe emersa una probabile miocardite. Il personale è intervenuto per prestare i soccorsi, la pressione arteriosa è rimasta bassa. Il San Paolo, quindi, ha chiesto una consulenza all'Ospedale Monaldi di Napoli, specializzato in cardiologia, il quale ha richiesto il tampone, come di prassi, per il ricovero per la miocardite. Poco dopo è arrivato il risultato del tampone che ha confermato la positività della donna al Coronavirus. Quindi, la 57enne è stata trasferita al Covid Center dell'Ospedale del Mare, nei posti letto specialistici. Poco dopo il ricovero, purtroppo, è deceduta. Si tratta di uno dei decessi più recenti a Napoli città negli ultimi giorni legati al Coronavirus. L'ultimo registrato, infatti, risaliva allo scorso 17 luglio. A causa dell'aumento dei contagi che si sta registrando in questi giorni, l'Unità di Crisi della Campania per l'emergenza Covid ha chiesto alle Asl di avviare il piano di riorganizzazione ospedaliera per potenziare i posti letto in terapia sub intensiva e intensiva negli ospedali.

(articolo aggiornato il 28 agosto ore 13)

32.592 CONDIVISIONI
27178 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni