I protagonisti di questa storia sono un portafogli smarrito, un pescatore marocchino, un imprenditore di Montignoso (Massa-Carrara) e gli agenti di polizia del commissariato di Viareggio (Lucca). Questa mattina presto, martedì 13 marzo, Mustapha Hamdouch, marocchino residente a Viareggio da qualche anno, ha ritrovato per strada un portafogli. L’ha aperto e dentro, oltre ad un assegno con un importo sostanzioso ben impresso sulla carta, ha trovato seicento euro in contanti. C’erano anche i documenti del proprietario: Fabio Giannotti, un imprenditore di Montignoso. Mustapha non ha esitato un istante e ha riconsegnato il prezioso rinvenimento al Commissariato di Viareggio che in breve ha rintraccia il legittimo proprietario.

Gli agenti sono riusciti subito a contattare l’imprenditore massese. Come riporta La Nazione, Giannotti ha raccontato di aver smarrito il portafoglio la sera tardi, e ha chiesto di poter conoscere il pescatore che l’aveva ritrovato. E così negli uffici del commissariato è avvenuto l’incontro della coppia con tanto di stretta di mano a sancire il lieto fine. “Anche se gesti come questi avvengono quasi tutti i giorni – raccontano gli agenti – non sempre si tratta di somme così importanti e che avrebbero potuto tentare chiunque ne fosse venuto in possesso. Ma non Mustapha, che ha accettato come ricompensa una semplice stretta di mano”.