633 CONDIVISIONI
Umberto e Greta, travolti e uccisi da un motoscafo sul lago di Garda
4 Luglio 2021
9:22

Tragedia sul lago di Garda, i genitori di Greta: “Nemmeno un animale si comporta così”

I genitori di Greta Nedrotti, morta con Umberto Garzarella nella tragedia del lago di Garda del 19 giugno scorso, si sono sfogati ai microfoni del Tg1 sull’omissione di soccorso dei due turisti tedeschi indagati. “Neanche un animale si comporta così”, hanno detto. I magistrati bresciani hanno chiesto l’arresto per uno dei due, la decisione dalla Germania potrebbe arrivare domani.
A cura di Nico Falco
633 CONDIVISIONI
Umberto Garzarella e Greta Nedrotti
Umberto Garzarella e Greta Nedrotti
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Umberto e Greta, travolti e uccisi da un motoscafo sul lago di Garda

"Neanche un animale si comporta così, indescrivibile". I genitori di Greta, una delle due vittime della tragedia avvenuta il 19 giugno scorso sul lago di Garda, si sono sfogati ai microfoni del Tg1, chiedendo una pena certa per i due turisti tedeschi accusati di avere travolto il natante su cui c'erano la ragazza e l'imprenditore Umberto Garzarella, anche lui morto nell'incidente.

Il corpo di Greta Nedrotti, inizialmente data per dispersa, venne ritrovato soltanto il giorno successivo. L'autopsia ha rivelato che è morta per annegamento. Segno che, forse, avrebbe potuto essere salvata con un soccorso tempestivo. I due turisti tedeschi sono stati individuati nelle fasi iniziali delle indagini, hanno affermato di non essersi accorti di avere colpito la piccola imbarcazione col loro motoscafo e per questo di non essersi fermati a prestare aiuto; i magistrati bresciani hanno chiesto l'arresto per uno dei due, Patrick Alexander Kassen, gli atti sono stati trasmessi in Germiania, dove si trovano entrambi ora, e la decisione del tribunale di Monaco di Baviera potrebbe arrivare già domani.

"Loro sono in Germania, spero che paghino, devono capire lo sbaglio che hanno fatto – hanno detto i genitori della ragazza – tanto Greta non ce la ridà nessuno. La rabbia è che queste due persone non si sono fermate. Lei magari si sarebbe salvata se si fossero fermati. Se sei in macchina e investi un gatto, ti viene naturale fermarti per vedere cosa hai fatto. E invece loro con due esseri umani non l'hanno fatto. Come ce la immaginiamo? Li pensiamo sdraiati in barca a guardare le stelle, prima della fine. L'unico dato di fatto, però, è che Greta e Umberto sono morti".

633 CONDIVISIONI
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni